Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Per le diverse interpretazioni del nuovo protocollo sul trattamento a freddo

Arance sudafricane bloccate in un porto portoghese

Nel porto portoghese di Sines, ci sono container carichi di arance sudafricane che aspettano da oltre due settimane di essere sdoganati e, da allora, con l'arrivo di una seconda nave la scorsa settimana, il loro numero è cresciuto.

Ironia della sorte, gran parte della frutta è destinata alla Spagna, dove la domanda di arance è forte, perché il Sudafrica ha inviato in Europa tra il 7 e l'8% in meno di arance e Valencia.

Molti esportatori sudafricani hanno già terminato le spedizioni di arance in Europa. Il termine dell’obbligo del trattamento è venerdì, ma i container devono essere ispezionati e sdoganati entro quel giorno.

"Abbiamo le mani legate, mentre le linee di navigazione ci chiedono di partire", dice un esportatore. "La domanda di arance è maggiore perché ne sono state inviate meno. Verso la fine della stagione, il nostro telefono squillava continuamente per le arance. Con il nuovo protocollo sono stati inviati in Europa molti meno volumi del solito. Di conseguenza, i prezzi sono buoni in questa fase e le vendite stanno andando bene ma, quando i costi alla fine diminuiranno, vedremo quali saranno i nostri profitti".

"Teoricamente non è un nostro problema, ma i clienti si lamentano molto", afferma un altro esportatore.

Il trattamento a freddo inizia il giorno del carico
Secondo Deon Joubert, delegato della CGA presso l'Ue, il problema è sorto da una differente interpretazione del nuovo protocollo del trattamento a freddo. "L'organizzazione nazionale portoghese per la protezione delle piante l'ha interpretata in modo diverso: la data in cui è stata caricata la spedizione è stata considerata come inizio del regime del trattamento a freddo, anche se la data dell'ispezione dovesse essere una settimana prima".

Inoltre, Jobert sottolinea che la temperatura della polpa non è una condizione preliminare per l'accesso al mercato dell'Ue, mentre lo è la temperatura di riferimento di un container.

"Il giorno di riempimento/carico del container dovrebbe indicare l’inizio del trattamento a freddo, ma purtroppo non è specificato sul certificato fitosanitario. Solo l'addendum PPECB [Commissione per il controllo delle esportazioni di prodotti deperibili] contiene queste informazioni. Il Dipartimento dell'agricoltura per lo sviluppo rurale e la riforma agraria [DALRRD] sta cercando di aggiungere questa informazione aggiuntiva al certificato fitosanitario", spiega Werner van Rooyen, direttore operativo del Forum degli esportatori di prodotti ortofrutticoli.

"La temperatura dell'aria di mandata e il set point di ciascun container devono essere utilizzati per misurare la temperatura di ogni container. È importante notare che la PPECB approva e sottoscrive il set point di temperatura prima della spedizione, per garantire la conformità al regolamento. Il certificato fitosanitario, approvato e firmato dal DALRRD, funge da prova ufficiale che la spedizione è conforme alle normative Ue".

Il Sudafrica paga i costi delle differenze interpretative
Werner aggiunge che non hanno riscontrato lo stesso problema in altri porti d’importazione altrettanto grandi dell'Ue. "A causa delle differenze di interpretazione del regolamento dell'Ue da parte dei diversi Stati membri, sono gli esportatori sudafricani ad assumersi i costi finanziari che ne derivano".

"Speriamo che ora il problema sia stato risolto", afferma Deon, "Ha riguarda un numero abbastanza limitato di container, che ora stanno per sdoganare, ma ci è voluto molto tempo e non è stato un procedimento utile. Avrà implicazioni finanziarie per il settore. Non è una crisi grave, ma è stata una seccatura, arrivata alla fine di un anno che non è stato proprio eccezionale".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto