Enzo Garnero (Aurum Fruit):

"La lattuga Iceberg spagnola ha un grande potenziale nel periodo aprile-novembre in Medio Oriente"

In Spagna, lo sciopero degli autotrasportatori dello scorso marzo, ma soprattutto le condizioni meteo avverse nell'ultima decade di marzo-prima settimana di aprile, hanno avuto un forte impatto su produzione e commercializzazione della lattuga Iceberg. Il prodotto mostra una discreta richiesta, dalla primavera all'autunno inoltrato, in Medio Oriente, dove l'origine spagnola viene molto apprezzata.


(Foto fornita da Enzo Garnero - Aurum Fruit) 

"Se a fine febbraio/inizi marzo i produttori orticoli spagnoli dell'area di Murcia temevano la siccità e la possibilità di non riuscire a rispettare i programmi concordati, una decina di giorni dopo si sono ritrovati con i campi allagati dalle forti piogge. Oltre alle perdite di produzione, la situazione ha comportato problemi di tenuta del prodotto disponibile, per via dell'eccesso di acqua assorbita. Abbiamo ripreso la commercializzazione di lattuga Iceberg per il Medio Oriente solo a fine aprile-inizio maggio, su consiglio dei nostri stessi fornitori, considerando il transit time necessario a raggiungere la destinazione. Ci affidiamo a due-tre fornitori di fiducia in Murcia e possiamo contare sulla loro qualità e sui loro suggerimenti".

Così Enzo Garnero, amministratore delegato della piemontese Aurum Fruit, azienda di trading, specializzata nell'export oltremare.


(Foto fornita da Enzo Garnero - Aurum Fruit) 

"L'offerta inferiore ha fatto inizialmente lievitare i prezzi. Adesso registriamo un livellamento delle quotazioni, per via di maggiori quantitativi di lattuga Iceberg che sta entrando nei mercati. I prezzi registrano un incremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma bisogna tener conto dell'aumento dei costi in generale. I produttori, quindi, ottengono più o meno gli stessi ritorni dello scorso anno o, probabilmente, anche qualcosa in meno".

(Foto fornita da Enzo Garnero - Aurum Fruit) 

In Medio Oriente, la lattuga Iceberg arriva via nave. "A seconda della destinazione, cerchiamo la migliore soluzione logistica nei porti di Valencia o Algeciras, per garantire un transit time più breve possibile - conclude Garnero - Registriamo una discreta richiesta del prodotto da parte del Medio Oriente da marzo-aprile a ottobre-novembre, periodo in cui non è presente merce locale o proveniente da Paesi confinanti, come l'Egitto, che invece coprono buona parte della domanda invernale".

L'imballo è generalmente in collo 40x60, di circa 5 kg netti, con 9 o 10 pezzi ciascuno. Ogni cespo è filmato.

Per maggiori informazioni:
Aurum Fruit
Via dei Falchi, 3
12024 Costigliole Saluzzo (Cuneo) - Italy
+39 0175 239488
info@aurumfruit.com
aurumfruit.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto