Termina lo sciopero del fornitore di carta finlandese UPM

Il lungo sciopero del fornitore di carta finlandese UPM si è finalmente concluso venerdì 20 aprile 2022. Un accordo sui nuovi contratti collettivi di lavoro significa che le fabbriche, che erano ferme dal 1° gennaio, possono ripartire. Sembra esserci una luce alla fine del tunnel per la "terra delle etichette". I dipendenti sono tornati immediatamente al lavoro e l'azienda riprenderà le consegne ai suoi clienti il più presto possibile, ma molto rimane incerto.

In un articolo precedente, FreshPlaza aveva riportato che l'80% della carta glassine usata per le etichette nel mercato europeo proviene dalla Finlandia. "La fabbrica è stata chiusa per quattro mesi, quindi non è facile rimetterla in funzione - dice un grande stampatore di etichette per il settore ortofrutticolo - Poi bisogna capire se tutti i dipendenti sono effettivamente tornati e se possono immediatamente ricominciare a lavorare a pieno ritmo. C'è un ritardo di quattro mesi, quindi i tempi di consegna sono ancora ben lontani dall'essere sufficienti".

Lo sciopero ha scatenato il panico per molto tempo, ma con la sua fine sembra esserci una prospettiva di miglioramento. "Tuttavia, ci vorranno sicuramente alcuni mesi prima di poter tornare ai tempi di consegna precedenti. Speriamo che le conferme che abbiamo ricevuto per il mese di novembre, comincino ora lentamente a essere evase. Tuttavia, molte cose diventeranno più chiare nelle prossime settimane".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto