Artes Politecnica su richiesta di Sanifrutta: guarda i video!

Ciliegio: ottimi riscontri dalle coperture con rete antipioggia invece del telo

Coprire il ceraseto con rete antipioggia, invece che con telo, offre diversi vantaggi. Lo conferma l'esperienza della società agricola cooperativa Sanifrutta che si dedica al ritiro, lavorazione e confezionamento di frutta fresca. Nella sede di Costigliole Saluzzo (Cuneo), Eraldo Barale con i collaboratori Alex Tallone e Alberto Boschero descrivono due impianti di ciliegie coperti dalla rete Acqua Stop di Artes Politecnica (Brevetto numero 102017000068976). Entrambi i progetti sono strutture monoblocco, con rete antipioggia monostrato sul colmo e rete antinsetto sul perimetro e sono stati seguiti e installati dalla ditta Khuen Fruitprotection.

L'azienda ha deciso di coprire le ciliegie con la rete, invece che con il telo, per tre motivi principali: in primis la rete monostrato ha un peso inferiore rispetto al film plastico, il che condiziona in modo positivo l'impianto; a seguire, la differenza delle temperature, ben più basse sotto alla rete, come confermato anche dalla misurazione in campo, che mostra una differenza anche di 4-5 gradi rispetto all'esterno; in ultima analisi, l'accumulo di umidità relativa generata dal telo nelle giornate di pioggia. Come dice Alex Tallone "preferiamo avere una microcircolazione di aria all'interno del ceraseto stesso, poiché ciò comporta la riduzione dell'incidenza di marciumi sui frutti, oltre che il mitigamento del rischio di funghi, batteriosi sul legno, cancri rameali e altro".

La rete Acqua Stop, inoltre, garantisce la doppia funzione antipioggia e antigrandine, mentre la scelta del film obbliga al doppio impianto (con la rete antigrandine al di sopra della protezione plastica), specialmente in zone con grandinate frequenti, come appunto il Piemonte.

"Restando in tema di cambiamenti climatici - aggiunge - vi è il rischio di dover cambiare il telo antipioggia almeno una volta nel ciclo di vita del frutteto. In teoria, nel caso di rete antipioggia, se installata e mantenuta ad hoc, dovrebbe garantirci la durata di un ciclo della coltura (minimo 12/15 anni). Ma questo ve lo sapremo dire nei prossimi anni".

Nel primo impianto che vediamo a Verzuolo (Cuneo), la rete Acqua Stop è stata montata su un impianto preesistente con pali in legno. I tecnici della ditta Khuen hanno apportato tutte le modifiche necessarie a livello di installazione, in modo da potersi adattare alla struttura in essere, senza compromettere le caratteristiche e la tenuta della rete monostrato.

Sanifrutta è già alla terza stagione di copertura con rete monostrato e l'esperienza è più che positiva: bassa o nulla incidenza di cracking sui frutti (nonostante il maltempo registrato a giugno 2020) e ottima resistenza ad eventi atmosferici, anche di grave intensità (es. il violento temporale abbattutosi nel Verzuolese il 18 giugno scorso).

Per quanto riguarda la luce, come ben sappiamo questa è una caratteristica essenziale per il ciliegio. Per questo motivo, Sanifrutta ha sempre scelto reti di colore bianco/crystal, abbinando forme di allevamento e potature atte a favorire la penetrazione della luce nel ceraseto. Dopo tre anni di osservazioni, Alberto Boschero ci conferma che "sotto la rete installata registriamo un ritardo di qualche giorno di tutte le fasi fenologiche (compresa la maturazione dei frutti). Guadagniamo qualche giorno in più di calibro in pianta".

Nel video seguente, si vede più nel dettaglio come la luce sotto rete sia molto diffusa. Questo impianto è sempre caratterizzato da rete Acqua Stop monostrato sul colmo, con bandelle laterali in rete antinsetto e perimetro, anch'esso chiuso da rete.

Al termine della visita, i tecnici di Sanifrutta tengono a sottolineare che fondamentale è la progettazione dell'impianto, l'installazione di ancoraggi ad hoc e la distanza di questi, una palificazione corretta e, infine, un'attenta valutazione dei possibili punti di rottura dell'impianto e quindi il "rafforzamento" dei teli.

"Impianti di determinate caratteristiche non possono essere improvvisati, ma progettati attentamente, prendendo in considerazione ogni punto critico".

Questa testimonianza supporta l'obiettivo di Artes di sostituire il film plastico con una rete antipioggia a monostrato che sia sì altamente performante in caso di pioggia e maltempo in generale, ma che al contempo sia traspirante e non gravi troppo sulla struttura.

Per maggiori informazioni: 
Email: export@artespolitecnica.it 
Web: www.artespolitecnica.it

Email: info@khuen.it 
Web: www.khuen.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto