Ridurre l'uso di torba

Hortised: sedimenti bonificati come substrati per una produzione vivaistica e ortofrutticola sostenibile

Il progetto Hortised è finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del programma LIFE: le attività sono iniziate nell'ottobre del 2015 e si concluderanno a settembre 2017. Il Progetto Hortised riguarda la dimostrazione dell'idoneità di sedimenti dragati bonificati per una produzione vivaistica e frutticola sicura e sostenibile ed è coordinato dal Prof. Edgardo Giordani del DISPAA dell'Università di Firenze.

Il progetto ha interessato la coltivazione di lattuga, fragola e melograno in contenitore utilizzando substrati contenenti sedimenti marini bonificati per valutarne l'utilizzo come materiale alternativo alla torba per la coltivazione di specie alimentari. Oltre alla valutazione delle performance di crescita, grande importanza viene data alle analisi delle caratteristiche organolettiche dei prodotti ottenuti, ma soprattutto alla valutazione della presenza di metalli pesanti o altri contaminanti.

L'idea del progetto è nata dal fatto che lo sfruttamento della torba negli ultimi 25 anni ha causato gravi problemi nelle aree di approvvigionamento. Diversi Paesi hanno stabilito piani ambiziosi per ridurre l'uso di torba in orticoltura fino al 90% tra il 2010-2020. Tuttavia i materiali alternativi oggi disponibili (es. corteccia di albero, fibre di legno, fanghi compostati e scarti verdi), non sono sempre soddisfacenti.

Circa la metà della torba prodotta è usata per la produzione di piante ornamentali e circa l'1% viene utilizzato per la coltivazione di piante da frutto. Il dragaggio dei sedimenti dai corpi idrici è un'attività svolta regolarmente per preservare il flusso dei fiumi e consentire la libera navigazione nei porti. La quantità totale di sedimenti dragati in Europa è pari a 100-200 milioni di metri cubi all'anno. Varie direttive internazionali hanno progressivamente incoraggiato il riutilizzo dei sedimenti dragati, ma a oggi non sono state individuate metodologie valide per un uso commerciale dei sedimenti dragati.

Hortised ha lo scopo di dimostrare l'idoneità di sedimenti portuali dragati e bonificati a essere utilizzati come alternativa nella preparazione di substrati di coltivazione nel vivaismo e in frutticoltura. Il progetto dimostrerà le potenzialità dei substrati di coltivazione contenenti sedimenti, attraverso la coltivazione in contenitore di lattuga, melograno e fragola, scelte come piante modello, in Italia e Spagna che rappresentano le nazionalità dei partner coinvolti. In particolare, si intende dimostrare l'idoneità dei sedimenti bonificati per la produzione sostenibile di lattuga, melograno e fragola, e per una loro inclusione come matrice minerale ufficialmente ammessa come componente dei substrati di crescita per il vivaismo.

In questi due anni di attività, si sono condotte analisi e trattamenti preventivi dei sedimenti dragati, una volta decontaminati, i sedimenti sono stati utilizzati come substrati sia nel vivaismo (semenzali di lattuga e talee di melograno) sia nella coltivazione di lattuga, melograno e fragola. Al termine delle attività, verranno redatte le linee guida per l'utilizzo dei sedimenti per la preparazione di substrati di coltivazione.

Una volta verificata non solo la performance di questi sedimenti come substrati ma anche qualità e sicurezza dei prodotti ortofrutticoli ottenuti, certamente i risultati attesi saranno 1) riutilizzo di matrici naturali, 2) riduzione del consumo di torba e 3) riduzione dell'impronta di CO2 in agricoltura.

Per maggiori info: lifehortised.com/it/

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto