Tante le novita' per il 2017

OP Agricola Campidanese chiude un bilancio 2016 nettamente positivo

"Il 2016 si sta concludendo in maniera nettamente positiva. Tutti gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti e abbiamo rispettato la nostra tabella di marcia. L'OP chiuderà l'anno con circa 20-20,5 milioni di euro di fatturato. I nostri cavalli di battaglia, la mini anguria Gavina, il piel de sapo tondo Majores, e la frutta estiva hanno fatto da traino. Molto bene anche il trend per carciofi e i prodotti di IV gamma; in riferimento a questi ultimi, la collaborazione con La Linea Verde per la sola Sardegna cresce e aumentano i fatturati. In generale, riscontri molto importanti sono arrivati sia dall'Italia sia dall'estero". Così dichiara a FreshPlaza l'imprenditore Salvatore Lotta (foto a lato), direttore commerciale della OP sarda Agricola Campidanese.

"In particolare all'estero, con Costco - catena inglese che aprirà in Francia - abbiamo effettuato alcune prove con Gavina e nel 2017 la nostra mini anguria senza semi sarà l'unica a rientrare nel loro assortimento. Con l'olandese Albert Heijn abbiamo consolidato quanto fatto negli anni passati; la catena ha aumentato di un 40% le consegne per l'anno prossimo. I programmi per il 2017 stanno quindi andando bene. Qualche giorno fa, in Italia, abbiamo concluso un accordo con un nuovo cliente importante, Coop Italia; era da tempo che ci lavoravamo e la catena ha percepito la qualità e la serietà della nostra azienda".

Tra le novità per il prossimo anno, spicca innanzitutto la nuova linea La Patata. "E' un prodotto - continua Lotta - che non abbiamo mai trattato finora. A gennaio inizieremo con le semine delle prime produzioni, che entreranno in raccolta a maggio; si tratta di tipologie a pasta gialla e patate rosse, a basso impatto ambientale. In Sardegna il 60% delle patate da mensa giunge da oltremare, quindi secondo noi c'è abbastanza mercato per poter sviluppare produzioni a livello regionale, in primis, ma anche su quello nazionale". La Sardegna offre terreni pressoché vergini e ideali per la coltivazione delle patate, zone dove è possibile sfruttare la precocità e i diversi periodi di raccolta.

L'obiettivo è quello di rilanciare l'agricoltura nella Regione. "Sappiamo di essere la prima realtà sarda come numero di produttori e di chili prodotti; nuovi ingressi nella nostra OP ci portano inesorabilmente a diversificare la gamma offerta".



Biologico: cresce la domanda estera
A maggio/giugno 2017 la OP Agricola Campidanese partirà con un progetto sul biologico. "C'è già un'azienda del gruppo che si dedicherà totalmente alla produzione secondo questo regime. Tutto ciò che è residui zero e biologico è costantemente richiesto, ogni giorno. In particolare dall'estero".

Per il 2017 tante novità
Prossimamente verrà lanciato un nuovo packaging per la linea Le Fragolose. "Si tratta di un nuovo imballo da 500 g - anticipa Lotta - e per San Valentino ci riserviamo di sorprendere i consumatori con una nuova vaschetta. In fin dei conti, la fragola è un po' il simbolo dell'amore".



Sono, poi, collegati al nuovo packaging per la Linea dei carciofi due nuovi progetti sociali:
  • Insieme per la prevenzione con la LILT Oristano - Salviamoci la pelle: Il Melanoma è il tumore maligno cutaneo più aggressivo, col più alto tasso di mortalità a causa della diffi­cile diagnosi e della rapidità di crescita se non diagnosticato per tempo. L'Orto di Eleonora, in collaborazione con la sezione provinciale di Oristano della LILT promuove un programma di informazione, screening e diagnosi precoce del Melanoma rivolta principalmente ai lavoratori maggiormente esposti al rischio (settore ittico, agricolo, pastorale, edilizio) nel territorio del Terralbese;
  • A Scuola per Mangiar sano: una corretta alimentazione sia fondamentale non solo per assicurare all'individuo uno stato di nutrizione ottimale, ma anche e soprattutto per tutelare la salute e garantire la qualità di vita. L'Orto di Eleonora e LILT Oristano promuovono un'adeguata educazione alimentare nelle fasce di popolazione più giovani. Il progetto vuole far acquisire abitudini alimentari sane stimolando l'abbandono di comportamenti errati attraverso delle vere e proprie lezioni nelle classi scolastiche.
"Riteniamo, inoltre, che sia molto produttivo per tutti investire in Africa. In Burundi abbiamo affittato dei terreni, li abbiamo destinati a una cooperativa sociale di vedove e di orfani. Sempre lì è nata la prima scuola di agricoltura: la gente non mangerà più solo radici, ma imparerà a diventare autosufficiente con la coltivazione di fagioli o riso ad esempio. Il nostro poco - circa 40.000 mila euro degli utili in Africa - vuole essere un modo perché le popolazioni escano da situazioni disastrate. A questo progetto sono legati i prodotti Gavina e Majores".

Lotta parla, inoltre, di un'ulteriore iniziativa portata avanti per le zone terremotate italiane. Prevista una cena sociale, come ogni anno, dove saranno presenti circa 700 persone. L'intero ricavato della serata (circa 25 euro a persona) andrà in beneficenza. "Nei momenti di difficoltà, essere italiani significa anche questo. E se la politica italiana non è di esempio alle aziende, noi aziende saremo di esempio per la politica".



NaturCuore
"Riscontri molto positivi - commenta Lotta - Nonostante quest'anno abbiamo raddoppiato gli ettari di coltivazione di pomodoro, abbiamo terminato il prodotto. Il consumatore italiano è attento, riconosce la qualità e questo ci ripaga. La territorialità è un fattore molto importante, l'origine è una di quelle peculiarità che interessa il consumatore: tra un pomodoro sardo e uno olandese, sono sicura che gli Italiani preferiscano quello nostrano!".

Campagna 5 colori del Benessere
"Essendo associati a Unaproa, stiamo inserendo nel packaging e in tutta la comunicazione il marchio dei 5 colori del benessere e la specifica etichetta abbinata al colore. Riteniamo che sia uno slogan che funziona e cresce ed è presente su tutte la nostra gamma. Il benessere è importante: produrre in maniera consapevole, a residui zero e far sì che i nostri prodotti diano quella garanzia in più".



Infine Lotta segnala: "Siamo sempre molto attivi sui social sia su Facebook sia su Instagram e interagiamo con una community che ci segue giornalmente; abbiamo anche lanciato l'hashtag #vitamediterranea per sensibilizzare una corretta alimentazione ed esaltare i gusti e i sapori della nostra Terra".

Contatti:
Agricola Campidanese

Via Doria, 5
09098 Terralba (OR)
Sardegna - Italy
Tel.: +39 0783 022959
Email: info@agricolacampidanese.it
Web: www.agricolacampidanese.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto