Come dev'essere la patata del futuro?

Nell'ambito del progetto internazionale di sequenziamento del genoma della patata (Potato Genome Sequencing Consortium), l'Università olandese di Wageningen, uno degli enti coinvolti nel progetto, ha recentemente sequenziato due cromosomi della patata. La mappatura ufficiale del cromosoma numero 5 è stata consegnata dai ricercatori a Annemie Burger, direttore generale del ministero dell'agricoltura olandese, che figura tra i finanziatori del progetto.

Una volta completato, il sequenziamento genetico della patata aprirà nuove strade alla selezione di varietà di tubero sempre più rispondenti alle esigenze di produttori e consumatori. Nell'ambito di un mini simposio su questo tema, il presidente della Organizzazione Olandese della Patata (Nederlandse Aardappelorganisatie), Cees van Arendonk, ha già elencato tutta una serie di migliorie che sarebbero auspicabili nei tuberi del futuro.

Ad esempio, per le patate da mensa si chiede:
- tempo di cottura più rapido
- forma migliore
- minore contenuto in grassi
- contributo ad un maggiore senzo di sazietà

Per quanto riguarda le patate da industria, invece, la "lista dei desideri" comprende:
- minori discrepanze di peso in immersione e nei casi in cui la calibrazione rientri in limiti molto angusti
- mantenimento delle sostanze nutrizionali nella frittura

Fonte: Agrarisch Dagblad
Autore: Jan Braakman


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto