Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Optiserve la fornisce alla Topfresh

Selezionatrice ottica per le baby carote

Snack salutari, come le baby verdure, stanno prendendo d’assalto i negozi. A differenza, ad esempio, dei mini cetrioli o dei baby spinaci, le baby carote spesso non sono una varietà a parte o un prodotto raccolto precocemente. Le carote lunghe vengono tritate, scartate e selezionate per lasciare un prodotto bello e uniforme. Un macchinario utile per questo segmento convenience è la selezionatrice ottica.

Una collaborazione di successo
Da due anni, TopFresh ha a disposizione una di queste macchine. L'azienda, con sede a Flevoland, nei Paesi Bassi, si rifornisce di carote coltivate localmente. Le carote vengono trasformate negli stabilimenti dell'azienda a Kraggenburg, dopodiché le baby carote vanno ai clienti del Paese e all'estero in vari imballaggi, dalle unità di consumo allo sfuso.

Per la produzione, TopFresh utilizza principalmente le carote Imperator lunghe e sottili con il loro bel colore, che vengono prima preselezionate per l’individuazione di corpi estranei. Successivamente vengono tagliate le estremità, lavate, tagliate a pezzi e selezionate per dimensione tramite una selezionatrice a rulli. Il giorno dopo vengono poi raschiate, lucidate e affidate alla Xcalibur.

Scarsa disponibilità di carote
Uno dei grandi vantaggi della selezionatrice ottica è che ci sono molte opzioni di regolazione. Riducendo la perdita di prodotto, TopFresh ottiene una resa maggiore. In ogni caso, non è mai un prodotto di scarto perché le carote che vengono selezionate alla fine vengono utilizzate nel mangime per animali.

Un altro punto di forza della Xcalibur è che consente di conoscere le rese esatte dei lotti. "E ci sono ovviamente grandi differenze. Anche se cambiamo i lotti ogni anno, ovviamente non torniamo ai campi che producono una qualità inferiore", dice Klaas Hiemstra di TopFresh.

Win-win tra capacità e manodopera
Prima che TopFresh iniziasse a utilizzare Xcalibur, tutto veniva selezionato dall'occhio umano e manualmente, quindi solo per punti e lunghezza. La capacità è rimasta la stessa, ovvero circa 1.700 kg/ora, ma il numero dei dipendenti è passato da 8 a 2. Inoltre, le baby carote di TopFresh ora hanno una qualità costante, perché niente sfugge alle telecamere della Xcalibur.

Per maggiori informazioni:
OptiServe
Tel: +31 (0)495 588 510
Email: info@optiserve.nl
Web: optiserve.nl/en


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto