Continua il progetto pilota

Coltivatore di lattuga delle Fiandre occidentali fornisce anche zenzero e curcuma

L'anno scorso, per la prima volta, lo zenzero coltivato in Belgio è arrivato sugli scaffali dei negozi e nei mercati esperienziali di Cru che. Lo zenzero belga è stato fornito dal coltivatore di insalate delle Fiandre occidentali, Bart Pynnebrouck. Ora l'azienda fornisce anche la curcuma. Il progetto pilota avrà un seguito. Lo zenzero belga è il risultato di una collaborazione tra Colruyt Group, REO Veiling e il Centro provinciale di sperimentazione per la produzione vegetale.

Il coltivatore di lattuga delle Fiandre occidentali ha piantato circa 1.200 metri quadrati di zenzero. Con l'aggiunta di 50 mq di pinte di curcuma, il gruppo è il primo a fornirla in Belgio. La fornitura di zenzero e curcuma coltivati localmente, è sugli scaffali di Cru e OKay da qualche giorno.

Coltivazione su scala più ampia
Esattamente un anno fa, Colruyt Group metteva in commercio per la prima volta lo zenzero belga. Le serre del centro di sperimentazione di Kruishoutem contenevano 40 mq di piante di zenzero, che hanno prodotto un raccolto di 140 kg di zenzero fresco che è stato messo in vendita nei mercati esperienziali di Cru ed è andato esaurito in sole due settimane. "Lo zenzero belga precoce è più gustoso e succoso, contiene meno fibre ed è ovviamente molto più fresco della versione importata. E questo ha chiaramente attirato i clienti. Non solo lo zenzero si è esaurito molto rapidamente, ma la domanda è continuata nelle settimane successive. Quindi ci siamo messi alla ricerca di un partner che volesse coltivare lo zenzero precoce belga su scala più ampia", afferma Ward Steenackers, membro del team di innovazione alimentare del Colruyt Group.

Dalla lattuga in serra alla foresta pluviale tropicale
Il Colruyt Group ha trovato il partner in Bart Pynnebrouck, un orticoltore di Oostnieuwkerke, nelle Fiandre occidentali. Bart coltiva principalmente lattuga e fagioli che finiscono sugli scaffali dei negozi Colruyt e Okay, tramite REO Veiling. Lo zenzero si sta rivelando una buona coltura complementare. "La coltivazione di lattuga in pieno campo sta perdendo popolarità da diversi anni. Per i coltivatori che hanno investito in questa coltivazione e hanno le serre vuote, la coltivazione dello zenzero può essere un'alternativa redditizia", spiega Jan Schockaert, responsabile degli acquisti di frutta presso il Colruyt Group.

"Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla proposta progettuale del Colruyt Group e quindi abbiamo accettato con molto entusiasmo. Coltivando zenzero e curcuma, favoriamo la nostra rotazione delle colture e continuiamo a essere redditizi più a lungo. Inoltre, contribuiamo attivamente alla sperimentazione in Belgio, di colture tradizionalmente più esotiche. Un esempio di innovazione che siamo fin troppo felici di contribuire a testare", concorda Bart Pynnebrouck.

La scorsa primavera, il coltivatore ha piantato 1.200 mq di zenzero. La prima parte, circa 800 kg di zenzero fresco, è stata raccolta all'inizio di ottobre. Nelle prossime settimane seguiranno altri tre raccolti. In totale, il coltivatore punta a una resa di 4 tonnellate di zenzero precoce belga. Poiché la raccolta avviene quando le foglie della pianta di zenzero sono ancora verdi e la serra ricorda una foresta pluviale tropicale, lo zenzero non ha la possibilità di indurirsi, quindi il risultato è uno zenzero più aromatico, con meno fibre ma più succo. Inoltre, Bart Pynnebrouck ha avviato un'altra coltivazione innovativa: ha piantato una fila di piante di curcuma di 50 mq, la prima in Belgio.

Da qualche giorno, lo zenzero fresco viene venduto nei quattro mercati esperienziali di Cru e in più di 140 supermercati di quartiere OKay. A causa del volume limitato, la curcuma sarà disponibile solo da Cru. Un'altra novità di quest'anno è che circa un quarto dello zenzero appena raccolto verrà trasformato in nuovi prodotti. Il produttore di succhi JusJus, ad esempio, inizierà a lavorare con lo zenzero belga fornendo, a partire da questo fine settimana, bibite di zenzero fresco, zenzero-curcuma e zenzero-arancia. Dalla fine di ottobre, si uniranno alla gamma Cru la marmellata di pere e zenzero, lo sciroppo di zenzero e lo zenzero sottaceto, prodotti dal fornitore Pipaillon.

Coltivazione locale e sostenibile con prospettive future
Lo zenzero e la curcuma provengono tradizionalmente soprattutto da Cina, Perù e Brasile, il che conferisce loro un'impronta ecologica abbastanza forte. Pertanto, il Colruyt Group vede numerosi vantaggi nella coltivazione locale dello zenzero. Una filiera corta è positiva per l'ambiente, richiede un minor numero di operazioni di trasporto e, quindi, minori emissioni di CO2. Il coltivatore beneficia anche di una coltivazione extra per un uso ottimale delle sue serre. Poiché viene utilizzata una quantità minima di materie prime e nessun pesticida, e il consumo di energia e i costi di riscaldamento vengono mantenuti al minimo, questa diventa una coltura redditizia. Infine, lo zenzero è un prodotto popolare, con sempre più clienti che lo acquistano. Offrire loro una variante belga, aumentando così la quota di prodotti belgi sugli scaffali, è un grande vantaggio per il gruppo Colruyt.

Il Belgio ha ancora molto da imparare sulla coltivazione dello zenzero, ma la volontà e l'ambizione ci sono. Ward Steenackers conferma: "Insieme a REO Veiling, stiamo studiando come espandere la coltivazione dello zenzero belga e come attirare sempre più coltivatori. Oggi abbiamo ancora molto da imparare su quali varietà vanno bene qui, come possiamo automatizzare la raccolta e come possiamo conservare lo zenzero in modo da poter prolungare la stagione belga. Con la curcuma, stiamo ora muovendo i primi passi. L'obiettivo è capire se è possibile coltivarla in Belgio".

Fonte testo e foto: Colruyt


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto