Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Andrea Manca, Agro Mediterranea Group

Carciofi sardi: si parte con i primissimi quantitativi

"Ci sarà una selezione importante tra le aziende, per via del momento di crisi che stiamo vivendo, e svendere i propri prodotti non è affatto la soluzione. Ora bisogna essere oculati e calcolare esattamente i costi, guardando al minimo dettaglio: produzione, energia elettrica, imballaggi e logistica, per citare alcune voci. Io e il mio socio Filippo Frongia non vogliamo sottostare alla guerra dei prezzi al ribasso: se le nostre produzioni hanno un valore, devono essere pagate esattamente quel valore!".

A dichiararlo è Andrea Manca, responsabile commerciale e socio di Agro Mediterranea Distribuzione, società specializzata nella fornitura alla Grande distribuzione organizzata di prodotti ortofrutticoli. La società fa parte di Agro Mediterranea Group.


Melone Il Nuragico (Foto: Agro Mediterranea Group)

"Abbiamo chiuso una stagione molto positiva per Il Nuragico, il nostro melone Piel de Sapo, dolce e delicato - continua Manca - Stiamo iniziando in volumi limitati con la commercializzazione di pomodori nella Grande distribuzione organizzata, in particolare ciliegino, Piccadilly, datterino e Moro Sardo. Quest'ultimo, al momento, è disponibile in sole due catene distributive".


Pomodoro Moro Sardo (Foto: Agro Mediterranea Group)

"Per quanto riguarda il carciofo, parliamo ancora di qualche bancale che stiamo vendendo sui mercati generali, a prezzi elevati. Non abbiamo ancora quantitativi tali da poter iniziare a rifornire la Gdo, ma entreremo a pieno regime per fine mese - spiega Manca - Il problema di molte aziende che stanno svendendo le loro produzioni è quello di essere totalmente scollegate dai mercati all'ingrosso, i quali stabiliscono prezzi giornalieri. Ignorare ciò che accade, nel senso di non averne conoscenza, non fa bene alla commercializzazione".


Carciofi (Foto: Agro Mediterranea Group)

Innovazione sì, ma stando sempre attenti ai costi
Tra le novità che l'azienda ha in programmazione, ci sono due tipologie di pomodori nickel-free, i carciofi a residuo zero e i gambi di carciofo. "Per i pomodori si tratta ancora di una prova: a ognuna delle due tipologie saranno dedicati circa due ettari. Mentre sul carciofo a residuo zero, dopo i test dello scorso anno, riponiamo grandi aspettative. Gran parte della produzione sarà certificata a residuo zero". Infine, con i gambi (anche chiamati cime) di carciofo, la Agro Mediterranea ha ottenuto ottimi risultati in una catena che ha servito.


Gambi di carciofo (Foto: Agro Mediterranea Group)

"Siamo convinti che valga la pena offrire qualità, anche in un momento di crisi, come quello che stiamo vivendo. Il consumatore acquisterà meno, ma sarà soddisfatto dell'acquisto. Sappiamo bene, infatti, che un acquisto si ripete solo se il cliente è appagato", conclude Manca.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto