Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Sudafrica

Gli agricoltori si destreggiano tra ondate di calore primaverili e interruzioni quotidiane della corrente elettrica

Il servizio meteorologico sudafricano prevede che l'ondata di caldo su Gauteng, nella provincia nord-occidentale orientale, sul Mpumalanga Highveld orientale e sull’altopiano sud-occidentale del Limpopo, durerà fino alla fine della settimana, e che non sono previste piogge imminenti.

Tutto questo in un momento critico per molte colture frutticole: è iniziata la raccolta delle drupacee precoci, dei mirtilli e delle ciliegie, e il caldo della primavera australe accelera la maturazione di mirtilli e fragole.

Nel frattempo, i coltivatori di agrumi stanno irrigando a fondo, ha detto Justin Chadwick della Citrus Growers' Association al Daily Maverick. Nella zona di Groblersdal/Marble Hall, gli agrumeti hanno recentemente terminato la fioritura e stanno dando i frutti.

Non c'è ancora allarme tra gli agrumicoltori per un’eccessiva cascola dei frutti. Dopo il periodo di abscissione del prossimo mese, i coltivatori avranno un quadro più chiaro del raccolto, osserva Maritza Roux, responsabile tecnico della Freshworld. La riduzione del carico e le alte temperature potrebbero avere un forte impatto sulla cascola dei frutti.

Le colture di uva da tavola di Groblersdal/Marble Hall non sono lontane, con viti che fioriscono sotto il sole caldo e crescono velocemente, dice un viticoltore. Circa 500 ettari di uva da tavola sono stati rimossi in questa zona piovosa estiva e nel frattempo reimpiantati con colture da reddito come zucche, angurie e pomodori; tutte queste necessitano di irrigazione quotidiana.

Combattere l'ondata di caldo e le interruzioni di corrente quotidiane "non è una situazione piacevole", afferma George Maxted di Harvestfresh, un coltivatore di ortaggi che dice che una quantità eccessiva di prodotto, in arrivo contemporaneamente, potrebbe creare in seguito un gap nella fornitura.

"Il caldo accelera la maturazione dei frutti prima che il processo di crescita delle cellule vegetali sia completato", spiega Koos van der Merwe che coltiva pesche e nettarine molto precoci nel Limpopo Waterberge, tra i primi nel Paese. "Causa anche una maggiore accelerazione della cascola dei frutti e una produzione che non soddisfa le specifiche d’esportazione".

Ma il problema al momento, aggiunge George, è la riduzione del servizio di energia: il programma sudafricano di riduzione del carico sulla rete elettrica avviene attraverso interruzioni di corrente pianificate.

Le interruzioni di corrente fermano l’irrigazione
Ogni agricoltore contattato da FreshPlaza è d'accordo: l'ondata di caldo insieme alla riduzione del carico è "un doppio smacco", dice PP Roets della Roslé Farming, di Groblersdal.

Le temperature hanno toccato i 40°C nella zona, ben al di sopra delle normali temperature primaverili, e rimangono sopra i 30°C fino a tarda sera, dicono gli agricoltori. Di conseguenza, ora bisognerebbe irrigare più del solito e alcuni agricoltori hanno un regolatore di capacità d’irrigazione proprio per queste situazioni, ma a causa delle interruzioni di corrente, non possono utilizzare questo regolatore.

"Abbiamo questo regolatore per poter superare momenti critici come l'attuale, ma la Eskom deve supportarci", dice PP Roets (Eskom è il fornitore di energia elettrica di proprietà statale del Sudafrica).

Gli agricoltori perdono ogni giorno diverse ore di lavoro, a causa delle interruzioni di corrente e non possono completare i loro cicli di irrigazione. Sono costretti a irrigare a tutte le ore quando hanno l'elettricità, anche di notte, il che comporta altre complicazioni per la sicurezza.

Mantenere la catena del freddo è diventato estremamente costoso, i generatori diesel sono un sine qua non della produzione di frutta in Sudafrica in questi giorni.

Gli impianti d’imballaggio funzionano secondo un programma stop-start, con conseguente perdita di tempo nell’attività d’imballaggio (anche se il personale svolge altri lavori nel frattempo, come la raccolta) e che richiede lavoro straordinario, una spesa aggiuntiva per le imprese agricole già sotto una forte pressione finanziaria.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto