Adrie Kleinjan, Kleinjan's Aardappelhandel:

"I prezzi delle patate non sono troppo alti, ma i costi extra le rendono costose"

Attualmente, è il meteo a determinare in massima parte il mercato delle cipolle. "È ancora incerto. All'inizio, la pioggia è stata insufficiente e in molte aree è stato necessario irrigare per favorire la crescita e la successiva raccolta. Ora, con l'avvicinarsi della raccolta, in molti aree di coltivazione sta piovendo troppo", afferma Adrie Kleinjan della olandese Kleinjan's Aardappelhandel.

"Questo sta sconvolgendo un po' il mercato, dopo una situazione in cui potevamo pianificare tutto e bene. Sono sicuro che la raccolta andrà bene. L'unica domanda è come sarà la qualità delle patate dopo essere state estirpate dal terreno umido. Ci vorrà tempo e molta energia per asciugarle. Con tutti gli attuali aumenti dei costi, questo è uno dei principali problemi".

"Anche le esportazioni verso nuove destinazioni sono andate bene all’inizio della stagione. Ora, tuttavia, l’aumento dei costi rende le patate troppo costose, soprattutto nei Paesi africani. Fortunatamente, abbiamo acquirenti nell'Europa orientale che sono disposti a pagare i prezzi correnti. Questo ci consente di ampliare un po' le esportazioni. E sono state le esportazioni a innescare l'attuale situazione di mercato. L'industria si concentra fortemente sulle patate a contratto, mentre acquista pochissime patate sul libero mercato", continua Adrie.

"Non credo che i prezzi delle patate siano troppo alti. Ma i costi aggiuntivi le rendono un prodotto costoso per i consumatori di altre zone del mondo. Nei Paesi Bassi, spendiamo dal 10 al 15% del nostro reddito disponibile per il cibo".

"Tuttavia, ci sono aree in cui questa percentuale sale all'80-85%. Anche queste persone stanno affrontando costi crescenti, il che rende difficile esportare a pieno regime in questo momento", afferma Kleinjan.

"Non dobbiamo inoltre dimenticare che tutti i prodotti devono affrontare costi 'extra' che sono decisamente aumentati. Tuttavia, le patate sono altamente nutrienti ed economiche rispetto ad alimenti come carne, pesce e verdure. Inoltre, al momento non è sempre facile farsi trasferire i soldi, il che sta rallentando molto anche il flusso delle esportazioni".

"I coltivatori che immagazzinano le loro patate preferirebbero avere prezzi più alti, considerati tutti i costi di essiccazione e stoccaggio che stanno attualmente sostenendo. Se otterranno questi prezzi è un'altra questione. Di certo non vogliono sminuire il mercato, ma i costi attuali rendono estremamente difficile continuare sull'attuale livello dei prezzi", conclude Adrie.

Per maggiori informazioni:
Kleinjan's aardappelhandel
6 Zuidoordseweg
3267 LW, Goudswaard - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0) 186 692 900
Email: adrie@kleinjansaardappelhandel.nl
Web: www.kleinjansaardappelhandel.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto