Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Pere Meya, responsabile del progetto Saborum:

"Possiamo affermare con orgoglio che abbiamo più domanda che offerta"

Sebbene il progetto Saborum dell'azienda Ametller sia stato avviato per rifornire per tutto l'anno i suoi supermercati con la propria produzione di verdure perfettamente mature ad Almería e Granada, è riuscito ad aumentare il numero di acquisti ripetuti tra i suoi clienti, di prodotti come le specialità di pomodoro. Il progetto, che ha funzionato con successo nei negozi specializzati, viene replicato nei grandi supermercati di altre catene, che ne richiedono quantità sempre maggiori. Il progetto è partito con 800 tonnellate e ora il volume totale è compreso tra 18.000 ton e 20.000 ton l'anno.

"Saborum nasce per soddisfare le esigenze del consumatore, il nostro cliente finale. Non è facile, considerata la grande diversità di prodotti di base sul mercato, che competono ferocemente sia in termini di volumi che di prezzi", afferma Pere Meya, direttore e fondatore del progetto. I pomodori sono un esempio perfetto, un prodotto la cui reputazione è stata messa in discussione quando ha iniziato a essere prodotto in abbondanti volumi per la grande distribuzione. Ora i pomodori rappresentano circa l'80% di questo progetto, anche se vengono prodotti anche altri ortaggi, come zucchine, melanzane, peperoni e cetrioli, che forniscono ai negozi Ametller Origen.

"Mettendo a frutto la nostra esperienza con la Ametller Origen, che attualmente conta più di 130 punti vendita, abbiamo visto che potevamo differenziarci dalla concorrenza con le specialità di pomodoro. In Spagna sono solitamente costoluti, come il pomodoro RAF: molto gustosi, ma con una buccia più spessa. Stiamo cercando delle specialità gustose per raggiungere più consumatori e consentire l'espansione delle esportazioni. Il nostro primo successo è stato un pomodoro rosa, carnoso, saporito e appetibile chiamato TIP TOP, che ha caratteristiche che sicuramente portano ad acquisti ripetuti da parte dei consumatori", afferma Pere Meya.

"Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo iniziato a lavorare con diverse aziende sementiere per trovare varietà che suscitino emozione nel cliente finale. Abbiamo già 4 varietà nostre, alcune delle quali sono disponibili esclusivamente a livello nazionale, e la cui domanda continua a crescere. Noi attualmente abbiamo più di 100 varietà allo studio, da quelli ciliegino di diverse forme e colori alle varietà tradizionali, come il pomodoro a grappolo o il cuore di bue, oltre a nuovi concept".

Secondo il responsabile del Saborum, il successo del progetto non sarebbe possibile senza una stretta collaborazione con i coltivatori e un team entusiasta. "Sono orgoglioso di avere un team di persone che mostra molto entusiasmo e crede nel progetto. Questo ci rende più forti. Lavoriamo fianco a fianco con i coltivatori, attraverso un monitoraggio continuo. I nostri pomodori coltivati con buone pratiche e una buona gestione dell'irrigazione, sono una prelibatezza. Puntiamo a fornire la massima qualità, e questo lo si può ottenere solo quando l'intera filiera si impegna a soddisfare il consumatore finale e, allo stesso tempo, a generare buoni margini e recuperare il prestigio della categoria del pomodoro".

"Selezionare sempre al punto ottimale e velocizzare la logistica: questo modello di lavoro ha avuto successo nei negozi specializzati, ma siamo riusciti a farlo funzionare anche nella grande distribuzione. Il fatto è che, facendo le cose per bene, si fa qualcosa di molto complesso e su scala più ampia", afferma Pere Meya. "In questo momento, possiamo affermare con orgoglio che abbiamo più domanda che offerta. Oltre a vendere il 45% della nostra produzione nei nostri negozi Ametller Origen, il resto va ad altre catene nazionali e ad altri Paesi europei".

"Le aree di produzione si trovano in zone molto specifiche di Catalogna, Murcia, Almeria e Granada, che offrono le migliori condizioni climatiche per la produzione per tutto l'anno. Inoltre, dopo aver testato altre aree geografiche nei mesi estivi, abbiamo iniziato a lavorare anche in Portogallo: il clima atlantico lo rende un vero paradiso per i pomodori in estate. Prevediamo di aumentare del 30% i volumi di quest'anno, sia per la vendita nelle catene locali che per la nostra fornitura in Europa".

Il progetto Saborum ha così raggiunto una fornitura stabile nei parametri di qualità, per tutto l'anno. "Vendiamo questi pomodori con il marchio TIP TOP e vogliamo che questo marchio diventi leader nella categoria dei pomodori. Vogliamo avere una gamma completa di specialità di pomodoro premium sotto un unico marchio di vendita in Spagna e nel resto d'Europa".

Pere Meya, responsabile del progetto Saborum, ha sottolineato che è molto importante che i consumatori ripetano i loro acquisti, ma è anche necessario che il prezzo del prodotto sia accettabile. "Come rivenditori professionali, dobbiamo ottimizzare i costi per poter raggiungere tutti i clienti con il miglior prodotto possibile, e a un prezzo accessibile".

Infine, Pere Meya ci ha detto che vuole anche aprire una linea per il canale Horeca per fornire pomodori premium ai ristoranti, e che sono molto entusiasti di partecipare per la prima volta al Fruit Attraction e di avere la possibilità di mostrare i loro pomodori.

Per maggiori informazioni:
Pere Meya
Saborum Origen SL
pmeya@saborum.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto