Azienda Le Aie

Aglio di Voghiera Dop: salvaguardata la qualità, ma a quali costi?

Le alte temperature e la siccità potevano far pensare a una notevole perdita di prodotto, in realtà l'azienda agricola Le Aie di Voghiera (Ferrara) pare soddisfatta di come è andata la raccolta dell'aglio.

"Siamo ormai prossimi alla fine del ciclo di essicazione del nostro Aglio di Voghiera Dop - dicono Ettore Navarra e Alessandro Evangelisti - e quindi a ridosso della nuova campagna di commercializzazione 2022/23. Constatiamo che, nonostante la natura e la congiuntura non ci abbiano dato una mano, grazie alle irrigazioni di soccorso nelle fasi fenologiche più delicate, e a operazioni colturali sempre più orientate a compensare il cambiamento climatico, stiamo riscontrando un prodotto che salvaguardia la nostra abituale qualità, soprattutto organolettica".

Ettore Navarra e Alessandro Evangelisti durante la raccolta 2021

Ma non tutto è positivo. "Stiamo anche convivendo, ormai da più di un anno, come tutto il mondo produttivo, con rincari dei mezzi produttivi di campo, di packaging, di trasporto ed energetici (questi ultimi, osiamo dire, quasi speculativi) stimabili mediamente in oltre un 30%, che fino ad oggi abbiamo provato ad ammortizzare con riorganizzazioni aziendali, ma insufficienti a contrapporsi, oltre ai rincari suddetti, alla piaga tutta italiana del costo contributivo del lavoro".

"Voglio ricordare - aggiunge Navarra - che l'aglio ancora oggi non possiede alternative alle lavorazioni manuali post-raccolta di sfogliatura finale e taglio radici richieste dal mercato, prima di essere confezionato".

"Comprendendo quindi le difficoltà della parte produttiva, vivendola in prima persona, stiamo continuando a garantire agli agricoltori-partner condizioni di reddito per una loro sostenibilità economica. Per avere un margine di sopravvivenza, chiederemo solo un leggero ritocco del prezzo di vendita al nostro cliente, per compensare almeno in minima parte tutti i maggiori costi sopra menzionati. Pensiamo così di continuare a fare la nostra parte per il territorio, per il consumatore che vuole gustare Aglio di Voghiera Dop, tramite la GDO, che a loro volta deve fare la sua parte, se vuole veramente dare agli italiani prodotti tipici del territorio".

Grazie alla politica posta in atto già da alcuni anni dalla società agricola Le Aie, in accordo col Co.Pro.AV , essa è riuscita a inserire nella filiera Aglio di Voghiera DOP nuove aziende divenute socie del Consorzio, che con le loro nuove superfici compensano la minor resa per ettaro di annate come queste e, quindi, la minor disponibilità di prodotto.

La lavorazione dell'aglio è prettamente manuale e, nonostante tutti i problemi di manodopera che riscontrano le aziende agricole, presso le Aie le cose stanno diversamente. "Sono con noi, ormai da dieci anni, alcuni ragazzi pachistani che io definisco 'autoctoni', dato che abitano in zona da tanti anni e sono perfettamente integrati. Sono bravi e preparati e, per noi, sono una grande risorsa", concludono i due titolari.

Per maggiori informazioni
Le Aie Società Agricola 
Via Provinciale, 15/b
44019 Gualdo di Voghiera (FE)
+39 348 3108975
ettore@leaie.com  
www.leaie.com 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto