Rob Cullum - Pacific Produce

Si riduce la finestra europea per le uve da tavola peruviane

La principale stagione dell'uva da tavola peruviana si è conclusa a febbraio e ora è in corso la bassa stagione. La campagna 2021/22 è stata eccellente, con volumi soddisfacenti e buone condizioni di mercato, ad eccezione dell'Europa occidentale.

"La stagione californiana si è conclusa prima, quindi c'è stata una forte domanda in Nord America. Le uve da tavola peruviane sono grandi e hanno un'eccellente shelf life, quindi sono considerate premium nella maggior parte dei mercati. La finestra europea delle uve da tavola peruviane si sta riducendo poiché i viticoltori europei stanno estendendo le loro stagioni. Inoltre, anche il Brasile sta facendo progressi con il rinnovamento varietale e sebbene la qualità non è alta come quella del Perù, il prezzo è inferiore. Vedremo cosa cambierà quando entreranno in gioco le nuove tariffe di trasporto. Il Sudafrica e la Namibia sono stati più lenti del Perù nel passare a nuove varietà, ma ora stanno arrivando anche loro e hanno un vantaggio in termini di valuta", secondo Rob Cullum della Pacific Produce.

"Il mercato del Regno Unito è difficile in quanto richiede cestini da 10x500 g che sono molto costosi da spedire. Anche i rivenditori britannici hanno fatto un buon lavoro nello spingere al ribasso i prezzi negli ultimi cinque anni. Secondo me, per un po' di tempo le quotazioni sono state troppo basse: 1,50 o 2 sterline al cestino. L'uva da tavola è costosa da coltivare e questo prezzo basso ha influito sulla qualità sugli scaffali che, a sua volta, ha influito sul consumo. I consumatori vedono solo uve da tavola bianche, rosse o nere e il cartellino del prezzo, non vedono il Paese di produzione o la varietà. Se acquistano uva da tavola di cattiva qualità, pensano che sarà tutta uguale e che non valga la pena tornare indietro e riacquistarla. Questo è un momento difficile per parlare di pagare la qualità, poiché le famiglie sono sottoposte a forti pressioni economiche, ma il punto rimane lo stesso: la qualità ha un prezzo".

La produzione della Pacific Produce è cresciuta in modo significativo ma, negli ultimi 2 anni, la quota destinata al Regno Unito e all'Europa è diminuita.

La logistica e i costi di spedizione rimangono una grande sfida, nonostante Rob abbia affermato che all'inizio dell'anno erano riusciti a soddisfare tutti i loro programmi per l'uva da tavola peruviana ma, da allora, la situazione è peggiorata.

"Le navi saltano i porti e ci vogliono altri dieci giorni prima che i prodotti arrivino al porto. Questo significa costi aggiuntivi per il fornitore e problemi di qualità per il destinatario. A mio avviso, l'industria delle spedizioni è l'unica che è riuscita a raddoppiare le tariffe, offrendo metà del servizio, e continuare a realizzare profitti record".

Per maggiori informazioni:
Robert Cullum
Pacific Produce
+44 (0) 1865877801
rob@pacificproduce.co.uk    
www.pacificproduce.co.uk


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto