Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Biosolutions Innovation Award 2022: tre premiati su 45 prodotti iscritti

Le biosoluzioni più innovative si sono meritate un premio

Migliorare le rese e la qualità grazie alle biosoluzioni. Durante il recente Macfrut si è tenuta la seconda edizione del Biosolutions Innovation Award, iniziativa coordinata da Agri2000 net, partner scientifico della manifestazione riminese. I tre prodotti giudicati vincitori dalla Commissione del premio sono stati Vhera Life, Biimore ed Energeo.

A consegnare le targhe è stato il ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, con il presidente di Cesena Fiera Renzo Piraccini. Di seguito le caratteristiche e le prove scientifiche dei prodotti risultati vincitori.

Vhera Life di Biolchim è un biostimolante ad azione prebiotica a base di alghe ed estratti vegetali. Il meccanismo prebiotico, ancora poco diffuso in agricoltura, comporta l’arricchimento del microbioma presente nel suolo, la stimolazione dello sviluppo radicale e il rafforzamento dell’attività vegeto produttiva della pianta. Vhera Life consente flessibilità di impiego ed il suo uso è consentito in agricoltura biologica.

Nella prova su pomodoro, realizzata da Agri2000 net Srl a Foggia nel 2017, l’impiego di Vhera Life ha comportato un incremento del 91% di produzione rispetto al non trattato (UTC) e del 29% rispetto al prodotto standard aziendale di riferimento. Utilizzato in sinergia con quest’ultimo, Vhera Life ha aumentato le rese del 107% (Figura 1). La dose del biostimolante è stata di 20 L/ha con 4 applicazioni.

Prova pomodoro incremento produzione

Nella prova pomodoro, svolta da AgroService R&S Srl nel 2018 a Terlizzi (Puglia), si è registrato un aumento della massa radicale del 20% rispetto all’UTC. È stata sperimentata un’ulteriore tesi (nella figura 2 denominata Biolchim 2) con la combinazione del nuovo biostimolante con Vhera, inoculo di funghi micorrizici prodotto sempre da Biolchim. In quest’ultima tesi la massa radicale è salita del 51%, mentre la strategia aziendale ha comportato un aumento più ridotto: del 17% rispetto al testimone.

Prova pomodoro incremento massa radicale

Inoltre, nella prova cetriolo (Latina, 2018), effettuata da Sagea Srl, l’impiego di Vhera Life da solo ha comportato un aumento del numero di frutti commercializzabili pari al 17% rispetto ad UTC (dimostrando efficacia doppia rispetto alla strategia standard), mentre l’impiego sinergico di Vhera + Vhera Life ha aumentato il numero di frutti vendibili del 32% rispetto al non trattato.

Prova cetriolo: incremento frutti commercializzabili

La dose utilizzata per Vhera Life è stata di 20 L/ha mentre per Vhera è stata di 5 L/ha, ripetuta per 4 applicazioni in post trapianto.


Consegna della targa da parte del ministro Stefano Patuanelli a Franco Vitali, responsabile tecnico Biolchim

Biimore di Tradecorp (gruppo Rovensa). Biimore è un biostimolante concentrato che migliora la resa e la qualità dei raccolti, efficienta l’utilizzo di macro e micro elementi e incrementa lo sviluppo vegetativo delle colture, con massima selettività e flessibilità di impiego anche con le macchine irroratrici fogliari più evolute. Viene sviluppato naturalmente tramite la fermentazione delle melasse di canna da zucchero ad opera di un singolo ceppo batterico.

Tesi prova pomodoro Biimore

La sua composizione, caratterizzata da oltre 200 sostanze, rende il prodotto altamente efficace a dosi ultra basse (50-200 ml/ha).
La prova su pomodoro, realizzata da AgroService Srl nel 2021 ad Ascoli Satriano (FG), ha dimostrato che non esistono, dal punto di vista della resa, differenze significative fra le strategie con l’utilizzo di Biimore e la strategia standard aziendale.

Il grafico relativo alla resa: H001Y21 = Biimore 100ml diluito fino a 1 1

Le tesi trattate con Biimore (H001Y21 in figura 5) hanno leggermente incrementato il numero di frutti e il loro peso medio rispetto alla strategia standard, ma il risultato rispetto al non trattato è rilevante.

Consegna della targa da parte del ministro Stefano Patuanelli a Massimo Gardenghi, direttore vendite Italia di Tradecorp

Energeo di Timac Agro Italia è la gamma di fertilizzanti a elevato contenuto tecnologico, realizzata attraverso il riutilizzo di sottoprodotti della trasformazione della barbabietola da zucchero.

Il progetto, sviluppato in collaborazione con la cooperativa Coprob - Italia Zuccheri di Minerbio, unica realtà per la produzione di zucchero 100% italiano, costituisce un concreto e significativo esempio di economia circolare, al centro dell’attenzione del piano europeo “Green New Deal” e della relativa strategia “From Farm to Fork Strategy” (dal campo alla tavola).

Prova patata incremento produzione

I prodotti sono valorizzati dall’omonima tecnologia Roullier, sviluppata nel Centro Mondiale dell’Innovazione (CMI), il più grande Centro di Ricerca privato in Europa nel campo della nutrizione, che consente di aumentare la disponibilità dei nutrienti presenti nel terreno, migliora la conservazione e la rigenerazione della sostanza organica e l’attivazione della fisiologia della pianta, e apporta mesoelementi essenziali quali Ca, S, Mg.

Inoltre, si è verificato un aumento del 27% della produzione di patate calibro 40-75 mm (qualità maggiormente considerata a livello commerciale).

Prova patata incremento produzione calibro 40-75 mm

Per quanto riguarda i parametri qualitativi, la tesi con l’inserimento di Energeo CV TOP ha dato i seguenti vantaggi rispetto alla strategia aziendale: +8,8% di sostanza secca, +16,6% di potassio e +47,3% di calcio pectato.

Incremento dati qualitativi attraverso l'utilizzo di Energeo (Fonte: Laboratorio di analisi AGQ)

Il Ca pectato è un indicatore di qualità dei tuberi in quanto rappresenta la frazione dell'elemento che è entrato a formare la parte della lamella mediana della cellula. La sua funzione strutturale, direttamente relazionata alla stabilità dei tessuti vegetali, e di conseguenza, al suo comportamento in post raccolta (shelf life) permette di definire, insieme all’analisi di altri elementi e dati (sostanza secca), una miglior frigoconservazione dei tuberi.

Consegna della targa da parte del ministro Stefano Patuanelli a Simona Togni, direttrice delle operazioni di Timac Agro Italia

Nell’edizione 2022 di Macfrut sono state oltre 45 le imprese che hanno presentato biosolutions, dato in netto aumento rispetto alle precedenti edizioni. Macfrut si è così confermata la fiera di maggiore interesse a livello internazionale per la presentazione delle biosolutions innovative per il settore ortofrutticolo.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto