In Toscana

Al via la raccolta dell'aglione della Valdichiana

Un prodotto particolare, coltivato solo in una determinata zona: si tratta dell'aglione (Allium ampeloprasum var. Holmense) della Valdichiana (fra le province di Siena e Arezzo), la cui raccolta è appena cominciata.

"E' un prodotto particolare - spiega il produttore Dante Moretti - che raggiunge anche un kg di peso, però arriva al consumatore per lo più in spicchi. La vendita è diretta, ma da qualche anno ha preso quota anche nella Gdo, per cui vi sono pure dei grossisti che fanno da intermediari".

Tutto il lavoro viene effettuato a mano, non vi è una meccanizzazione particolare per l'aglione. Solo la raccolta viene agevolata tramite un assolcatore tipo il cava-patate. I prezzi all'ingrosso arrivano anche a 15 euro/kg e la raccolta normalmente procede fino a metà luglio.

Nel novembre 2020 è nata l'associazione per lanciare la candidatura dell'aglione alla Dop-Denominazione di Origine Protetta. Tra i partecipanti vi sono decine di produttori e 27 Comuni di quattro province diverse: Arezzo, Siena, Perugia e Terni, considerato che soprattutto nella zona del lago Trasimeno vi sono coltivazioni.

L'area di produzione dell'Aglione della Valdichiana è identificata nei comuni di: Montepulciano, Torrita di Siena, Sinalunga, Chiusi, San Casciano dei Bagni, Chianciano Terme, Sarteano e Cetona, Foiano della Chiana, Cortona, Lucignano, Marciano della Chiana, Civitella in Valdichiana, Monte San Savino, Castiglion Fiorentino e Arezzo.

L'aglione viene seminato nel periodo compreso tra la metà di ottobre e la fine di novembre e viene raccolto fra giugno e luglio. Per favorire l'ingrossamento del bulbo, in maggio si procede con il taglio degli steli da fiore, che però non vengono buttati: dopo una veloce cottura in acqua, aceto e sale si conservano sott'olio e vengono commercializzati con il nome di talli d'aglione.

I bulbi invece, una volta raccolti, vengono fatti essiccare in un luogo caldo e arieggiato e poi conservati al riparo dall'umidità in un luogo fresco e buio. Se conservato correttamente, infatti, l'aglione si mantiene fino all'anno successivo.

Per maggiori informazioni 
info@aglionevaldichiana.net 
www.aglionevaldichiana.net 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto