Thomas Bos (Thomasol):

"Le piogge e l'aumento dei costi rendono la stagione spagnola molto impegnativa"

Coloro che, durante le vacanze di maggio di quest'anno hanno cercato il sole in Spagna, saranno rimasti probabilmente molto delusi. "Il meteo non è stato dei migliori, qui", dice Thomas Bos, che si è trasferito dai Paesi Bassi ad Alicante nel 2003. Da 15 anni, la sua azienda, Thomasol, collega direttamente i coltivatori spagnoli con gli acquirenti di tutta Europa.

Alla Thomasol, la stagione orticola spagnola in pieno campo sta per finire, quella dei meloni è iniziata e i preparativi per la stagione dell'uva da tavola sono in pieno svolgimento. "Lo scorso inverno è stato in realtà una stagione molto stabile e moderata, dal punto di vista del clima. Non abbiamo avuto problemi fino a marzo, quando invece è caduta una grande quantità di pioggia. Solo nel mese di marzo, abbiamo avuto 18 giorni di pioggia, con tutte le conseguenze come tempi di fermo macchina e problemi di qualità. Questo vale per l'intera gamma".

"Lattuga, cavolfiore, broccoli ma anche il sedano, che normalmente è un raccolto molto stabile, ma che non ha sopportato così tanta pioggia. E' piovuto su centinaia di ettari di ortaggi da pieno campo e, di conseguenza, le verdure a foglia si sono esaurite o sono scarse. Ora è il cambio di stagione e la coltivazione in nazioni come i Paesi Bassi e la Germania, sta riprendendo. Nelle ultime settimane, questi Paesi hanno avuto bel tempo e abbondanza di sole", afferma Thomas.

"I prezzi degli ortaggi in pieno campo sono stati da equi a buoni, ma con una particolarità: sebbene siano stati in media più alti, non hanno compensato l'aumento dei costi. Basti pensare all'elettricità, ai materiali di imballaggio, all’aumento delle forniture, e ai container. I costi di trasporto, tuttavia, sono stati il problema più grande. Collaboriamo con alcuni trasportatori da oltre 15 anni e firmiamo accordi con loro per l'intera stagione. Ma se il prezzo del gasolio sale improvvisamente da 1 a 2 euro, è impossibile rispettare questi contratti".

"Dopotutto, non abbandoni qualcuno con cui lavori da così tanto tempo. Questo provoca molte discussioni tra tutti gli operatori della filiera. Si consideri il cartone per le casse di anguria. Il fornitore dice che può determinare i prezzi solo al momento della consegna. Potresti contestarlo, ma se lo fai, non riceverai nulla. È quindi un anno molto impegnativo e pieno di incertezze", spiega Thomas.

La tempesta sahariana (Calima) di quest'anno ha colpito anche la produzione spagnola. "Questo vale per le verdure, che abbiamo dovuto lavare più volte e, ad esempio, per i meloni che erano in fiore ad Almeria. Ciò ha ritardato l'inizio della produzione di meloni in quella zona. È probabile che anche la fornitura da Murcia sarà in forte ritardo. Il maltempo impedisce attualmente la semina, il che significa che non ci saranno meloni tra 90 giorni".

"Ma è troppo presto per dire se questo causerà una carenza di meloni, dipenderà dalla temperatura: se raggiungeranno i 30 °C, allora sì, ma con 15 °C, pochissime persone acquisteranno i meloni", continua Bos. "Uno dei miei fornitori ha detto di recente che i meloni si vendono a una temperatura di 22 °C. Con temperature più alte, rimarremo senza, con quelle più basse, avremo troppi meloni. Il meteo determina ancora il nostro commercio. Tuttavia, questo è anche ciò che rende il nostro commercio così dinamico e ti assicura di essere sempre al passo con gli eventi".

Thomas non vede l'ora che arrivi la stagione dell'uva da tavola spagnola. "Negli ultimi anni, le uve da tavola spagnole bianche e rosse senza semi hanno guadagnato un'ottima posizione nella vendita al dettaglio in Europa. Ogni anno, la Spagna rafforza la sua posizione sui mercati. Penso anche che sia positivo che i consumatori scelgano uve da tavola locali durante la stagione europea, invece di importare i container dall’India. Ogni giorno, dall'inizio di luglio all'inizio di settembre, abbiamo tanta uva da tavola spagnola fresca e saporita".

Per maggiori informazioni:
Thomas Bos
Thomasol Gestion SL
8 C. Venta de la Remuda
03560, El Campello 
Alicante,  Spagna
Tel.: +34 (0) 965 060 305
Email: info@thomasol.eu    
Web: www.thomasol.eu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto