Dovuta all'aumento dei costi per macchinari, fertilizzanti, agrochimici, manodopera e trasporto

Nel 2022 è prevista una pressione sui margini per i coltivatori e gli esportatori di limoni

Il consumo di limoni è cresciuto costantemente nei mercati chiave a seguito dell'immagine salutare percepita del prodotto e della sua versatilità. Nei prossimi anni, l'espansione delle piantagioni nell'emisfero meridionale si tradurrà in un aumento delle esportazioni controstagionali verso Stati Uniti, Europa e Asia per garantire la disponibilità tutto l'anno.

Sebbene la domanda sia ancora considerata sana, anche in presenza di un "effetto Covid" che attualmente sta svanendo, le sfide abbondano. Nel 2022 sono attese pressioni sui margini per i coltivatori e gli esportatori di limoni, poiché i costi di macchinari, fertilizzanti, prodotti agrochimici, manodopera e trasporto sono aumentati significativamente. Tuttavia, in un ambiente difficile, esistono ancora opportunità, in particolare nel mercato del limone biologico.

Fonte: research.rabobank.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto