Peso, qualità e quantità: standing ovation per i cavolfiori Velino e Sassolungo

Nel territorio laziale è in corso la campagna di raccolta del cavolfiore ed è tempo di grandi conferme per Velino e Sassolungo, la coppia vincente di Seminis. Due varietà che, con cicli rispettivamente di 130-140 giorni e 150 giorni, anno dopo anno continuano a riscuotere successo da parte di produttori e commercianti, affermandosi come sono vere e proprie colonne portanti del portafoglio varietale cavolfiore della divisione sementiera del Gruppo Bayer.

Velino e Sassolungo si susseguono in maniera sinergica e continuativa assicurando, da un lato, un arco temporale di raccolta ampio con varietà molto simili tra loro per caratteristiche del corimbo, vigoria e sanità della pianta e andando a coprire, dall'altro, uno dei periodi di raccolta più importanti in Italia, quello del mese di gennaio.

Tra le aziende che hanno puntato su Velino e Sassolungo per i loro programmi, la Società Agricola Santa Lucia di Montalto di Castro (provincia di Viterbo), situata nella parte più occidentale del Lazio.

Luigi Poscia con il cavolfiore Velino

Un'importante realtà che si occupa di produzione e commercio di prodotti orticoli, coltivando le referenze estive ed autunnali che più si adattano al territorio della Maremma laziale.

Luigi Poscia con il cavolfiore Sassolungo

Abbiamo incontrato Luigi Poscia, uno dei titolari dell'azienda, che ci ha raccontato la sua esperienza: "Con i cavolfiori copriamo un periodo di raccolta che va da settembre a marzo e coltiviamo da anni con soddisfazione Velino e Sassolungo". 

"Entrambe le varietà sono state trapiantate a settembre per coprire il periodo di raccolta di gennaio e, anche quest'anno, non hanno tradito le aspettative. Si presentano con una pianta sana, vigorosa e resistente alle malattie. Le foglie coprono bene il corimbo, che si presenta di elevato peso specifico e colore bianco brillante, con una perfetta chiusura alla base e fiorette ben serrate" prosegue Luigi.

"La maturazione è concentrata con pezzatura uniforme: in questo modo, sono facilitate le operazioni di raccolta, pulizia e confezionamento del prodotto" conclude l'agricoltore, sottolineando infine la grande importanza di avere varietà resistenti alla manipolazione, a garanzia di prodotti eleganti e sani in fase di commercializzazione.

Gli fa eco Salvatore Passariello, Sales Representative di Seminis, che ci racconta qualcosa di più sull'offerta di cavolfiore della casa sementiera: "L'ampia gamma varietale di Seminis consente di coprire il periodo di raccolta da settembre a marzo; andando così a soddisfare le esigenze più disparate dei produttori. Velino (130-140 gg) e Sassolungo (150 gg) sono varietà adatte a raccolte di gennaio, in relazione alle caratteristiche pedoclimatiche dell'areale di coltivazione. Entrambe si distinguono per la rusticità della pianta, garantendo rese elevate anche in ambienti freddi ed umidi. La maturazione è concentrata, quindi, facilita la raccolta e consente di ridurne i costi".

Il cavolfiore Sassolungo

Insomma, ancora una volta Velino e Sassolungo si confermano grandi protagonisti dei campi di gennaio e perfettamente in linea con le esigenze di tutta la filiera.

Clicca qui per maggiori informazioni sulla gamma cavolfiore Seminis.

Per maggiori informazioni:
Salvatore Passariello
Sales Representative Seminis
+39 348 3284732

Doriano Chiariotti 
Responsabile Tecnico Brassiche
+39 339 8467321 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto