Al via la campagna del limone Primofiore siciliano

L'OP C.A.I. Società Agricola Cooperativa Agricoltori Ionici, con sede a Furci Siculo (ME), in Sicilia, in un'intervista telefonica ci ha fornito uno spaccato del lavoro di raccolta, selezione e lavorazione del "Limone Primofiore".



"Il primo step della lavorazione - ha detto Salvatore Scarcella, presidente dell'OP - avviene nei singoli campi di ciascuno dei nostri produttori associati e, solo successivamente, nei magazzini di lavorazione. Raccogliamo infatti nelle campagne messinesi e siracusane, dove si trovano i più ampi appezzamenti di limone Primofiore, osia il classico limone invernale, la cui raccolta è iniziata con una ventina di giorni di ritardo rispetto allo scorso anno. Il motivo è da ricercare nell'andamento climatico: l'estate torrida ha rallentato la maturazione perciò, anziché iniziare nei primi giorni di novembre, la raccolta è slittata a fine mese. Adesso, comunque, il clima è ottimale per proseguire la raccolta a mano. Sarà tra febbraio e marzo, però, che avremo la quantità maggiore di Primofiore, che presenterà il classico colore giallo che verrà commercializzato verso le principali catene di supermercati sia in Italia che all'estero. Esportiamo principalmente verso la Germania, ma anche nel resto del vecchio continente. In seguito, verrà soddisfatta anche la domanda delle industrie di trasformazione, che a loro volta servono aziende come le case farmaceutiche e di cosmetica con il prodotto biologico".



"Quest'anno la pezzatura è più piccola - ha aggiunto Scarcella - e il calibro più diffuso è il 5. Tuttavia abbiamo stimato che, nonostante attualmente le rese siano inferiori del 15%, i volumi saranno gli stessi dell'anno scorso, grazie al recupero che avremo in primavera. Inoltre, un calibro più piccolo, va sottolineato, non implica per forza una quantità minore di succo, se il prodotto è ben maturato".



"L'azienda guarda già alle prossime fioriture - conclude il presidente dell'OP CAI - nella speranza che la primavera e l'estate siano clementi per permetterci di godere di un'ottima campagna, con il bianchetto prima e il verdello poi, tra maggio e settembre. I prezzi alla produzione sono in fase di cristallizzazione, dato che siamo ancora a inizio stagione. L'ostacolo più grande sta però sempre nella concorrenza degli altri Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, come la Spagna e la Grecia. Una concorrenza che dura tutto l'anno per via delle loro varietà precoci esse a disposizione della GDO internazionale, in abbondanti volumi".

Salvatore Scarcella, in un momento tra le riprese televisive

Un focus su questo magnifico prodotto è stato realizzato nell'ultima puntata del programma "L'ingrediente perfetto", andato in onda domenica 16 gennaio su LA7, trasmissione condotta da Maria Grazia Cucinotta.

Per maggiori informazioni:
Salvatore Scarcella
Società Agricola Cooperativa
Agricoltori Ionici CAI A R.L.
Via Cesare Battisti 315
98023 Furci Siculo (Me)
+39 348 810 2056
caiarl@caiarl.com
www.caiarl.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto