Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il parere dei frutticoltori biologici Gino van Acker e Koen van Eijkeren:

"Le macchine mobili contro il gelo notturno hanno garantito un'allegagione decisamente migliore"

Il gelo notturno è il peggior incubo di ogni frutticoltore: un motivo sufficiente per investire nella macchina mobile FrostFans per contrastare le gelate notturne. Ed è proprio quello che hanno fatto Gino van Acker e Koen van Eijkeren. Questa macchina mobile contro il gelo notturno aspira l'aria calda di inversione verso il basso e la rimescola con l'aria fredda del suolo, creando un flusso d'aria continuo. Questo, a sua volta, assicura che non si formi il gelo sulle piante. L’elica si aziona direttamente e crea pressione. Pertanto, un motore relativamente piccolo è sufficiente per sviluppare un forte movimento d'aria. La macchina può proteggere fino a 4,5 ettari (macchinario piccolo) o 7 ha (con la versione più grande).

La Swift International distribuisce queste macchine dall'inizio del 2020. Vengono sviluppate e prodotte in Nuova Zelanda.

Nel Benelux, l’azienda collabora con la Zeelandtrac che si trova a metà strada tra le città portuali di Rotterdam e Anversa. Questo partner di servizi fornisce supporto tecnico e offre anche delle demo.

La Swift ora dispone di canali di distribuzione e vuole creare centri d’assistenza in diverse regioni. Proseguono i contatti con sette Paesi, esclusi Paesi Bassi e Belgio. "Siamo molto soddisfatti delle vendite nelle nostre prime due stagioni. Abbiamo ricevuto già un buon numero di ordinativi per la prossima stagione, perché bisogna sistemare le macchine per tempo. Spesso i coltivatori ci pensano solo quando i loro raccolti sono ormai danneggiati", dice Ernst Slabbekoorn a proposito dei FrostFans.

"Il nostro nuovo modello può proteggere fino a 7 ettari. E quello già in funzione fino a 4,5 ettari. Quindi possiamo fornire alla gran parte dei coltivatori una soluzione adeguata per la protezione delle colture. Ora che questa macchina è in uso, riscontriamo anche un forte interesse da parte di aziende che vogliono evitare il più possibile l'irrigazione contro il gelo notturno; questa infatti ha effetti collaterali su allegagione, pressione delle malattie e, in alcuni casi, risulta difficile a causa della limitata disponibilità idrica".

"Ho acquistato questa macchina l'anno scorso. Sono stato uno dei primi, nei Paesi Bassi", afferma il coltivatore Gino van Acker. Coltiva mele e pere biologiche in un frutteto di 18 ettari. "Ho potuto acquistarla grazie a un programma della cooperativa BelOrta, di cui sono membro, e il sussidio ricevuto lo ha reso un investimento ancora più interessante".

"Ho usato la macchina in un meleto dove non posso irrigare, ed è andata molto bene. Ho rilevato la temperatura quando c’erano le gelate ed è rimasta sopra gli 0°C nella zona in cui la macchina era in funzione. L'area a 300 metri di distanza era a due gradi di temperatura inferiore. E questo può fare la differenza".

Anche il suo collega Koen van Eijkeren, agricoltore biologico, ha avuto una buona esperienza al primo utilizzo delle sue due macchine. "La nostra azienda è in Belgio, vicino al confine olandese. Non è lontana dal mare. Negli ultimi anni, ogni primavera abbiamo pagato il prezzo delle gelate notturne. Quest'anno non è stato così pesante, solo un paio di notti le temperature sono scese tra -2 e 0 °C".

"C’è stata però una notevole differenza nell’allegagione dei lotti dove erano in funzione le macchine, anche se i fiori sugli altri appezzamenti non si sono gelati del tutto. Abbiamo distribuito la nostra produzione di mele e pere su diversi frutteti più piccoli, per un totale di 33 ettari, e posizionato le macchine nelle aree più vulnerabili. Gli alberi su quei terreni hanno avuto una migliore allegagione", afferma Koen.

Koen è soddisfatto anche perché le macchine sono facili da utilizzare. "Prima lavoravo con candele e bracieri, ma duravano solo poche notti e costavano molto lavoro e denaro. Inoltre, producevano molto inquinamento atmosferico e risultati incerti. Così ho iniziato a cercare un'alternativa. La mobilità di queste macchine è un grande vantaggio. Sono molto facili da usare".

"Le sposti usando un trattore. Una volta che le hai posizionate e sistemate, fanno tutto automaticamente. Costano parecchio, ma penso che potrò utilizzarle per anni. Ho già parzialmente ammortizzato l’investimento. Se il tuo sistema di irrigazione si guasta, subisci comunque un danno. Con questa macchina, il problema non si pone. Ero un po' preoccupato per i danni causati dal vento. Ma non ci sono stati problemi", continua Koen.

"Ho dei lotti che non posso irrigare e questo causa molti problemi, come alzarsi dal letto di notte ogni volta che fa freddo ed è umido. La macchina, invece, la puoi impostare in pochissimo tempo a una certa temperatura. La faccio partire quando la temperatura è mezzo grado sopra lo zero - e poi non devi pensarci più", concorda Gino van Acker. "Sto quindi valutando di acquistarne un’altra per il mio pereto che presenta lo stesso problema di irrigazione".

Per maggiori informazioni:
Gino van Acker
De Reyngaard
1 Mei Street
4561 RD, Hulst, NL
Email: dereyngaard@kpnmail.nl

Koenraad van Eykeren
1A Oudemansdijk
9988, Watervliet, Belgium
Email: koenraad.van.eykeren@telenet.be

Zeelandtrac
(demo, sales, technical support)
Mob: +31 (0) 650 284 892
Email: j.vogel@zeelandtrac.nl
Website: www.zeelandtrac.nl

Ernst Slabbekoorn
Swift International
(Import, distribution, sales)
Whatsapp: +31 (0) 644 138 650
Email: sales@frostfans.eu
Website: www.frostfans.eu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto