Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Piet van Liere - Flevotrade:

"Lo tsunami di cipolle si ridimensiona; qualità del prodotto e disponibilità di container restano le grandi sfide di questa stagione"

Le voci sull'abbondante raccolto di cipolle si sono un po' attenuate. "La rapida scomparsa della coltura a causa degli influssi naturali e delle fitopatie fa sì che le rese nei Paesi Bassi siano in media buone, ma non estremamente alte. Risultano deludenti soprattutto nel nord del Paese. Nelle aree sud-ovest, al contrario degli anni precedenti, vediamo una produzione adeguata". A osservarlo è Piet van Liere dell'azienda olandese FlevoTrade, con sede a Dronten.

"Considerando l'aumento dell'11% della superficie coltivata a cipolle da seme, in genere abbiamo a disposizione prodotto a sufficienza. C'è un'espansione dal 10 al 15% anche nelle nazioni vicine ai Paesi Bassi. Quindi, l'Europa nel suo insieme avrà un raccolto abbondante, anche se le rese totali saranno evidenti solo dopo la raccolta. La Polonia, per esempio, ha avuto rese scarse negli ultimi anni. Ora sembra che si stiano avviando verso un buon raccolto".

Secondo l'esportatore ci sono preoccupazioni per la qualità delle cipolle. "Il clima è stato duro, con grandine, vento e acquazzoni. Questo ha causato molti danni. C'è una significativa pressione fungina e batterica. Sarà la preoccupazione principale in questa stagione. La qualità e la durata di conservazione delle cipolle, quindi, generano molta preoccupazione", aggiunge Piet.

"Ci sono ancora cipolle locali in Senegal, ma di scarsa qualità e i prezzi sono molto bassi, circa la metà di quelli dell'anno scorso. Gli addetti ai lavori dicono che con ogni probabilità i confini si apriranno a breve. Si tratta comunque di tre settimane in ritardo rispetto agli altri anni, con conseguente perdita di export", osserva Piet.

"Le rese sono abbastanza sufficienti anche nel resto del mondo. Negli ultimi anni siamo riusciti a spedire molte cipolle in posti come l'Indonesia. Tuttavia, al momento, questo Paese ha ancora un notevole volume di cipolle neozelandesi. Anche l'attuale situazione logistica è preoccupante. Le tariffe dei container sono molto alte, ma non è questo il problema principale. Si possono concordare i prezzi con i clienti, compresi i container più costosi. Ma poi questi devono essere disponibili. Questo giocherà un ruolo molto più importante in questa stagione rispetto all'anno scorso", conclude Piet.

Per maggiori informazioni:
Piet van Liere
FlevoTrade Dronten
15-17 Staalwijk
8251 JP Dronten, Paesi Bassi
Tel: +31 (0) 321 387 170
Email: info@flevotrade.nl  
Web: www.flevotrade.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto