Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La riflessione di José María Ruiz (Plátanos Ruiz)

La guerra tra retailer tiene bassi i prezzi delle banane e fa crescere le vendite

I prezzi delle banane provenienti dalle Isole Canarie e da altre origini, si mantengono bassi in Spagna, a causa di una guerra in corso tra le diverse catene di supermercati. Questa situazione sta anche spingendo le vendite e mantenendo il consumo di banane a livelli più alti rispetto ad altri frutti, in un anno senza eccesso di offerta.

"In Spagna, la banana è il frutto più venduto tutto l'anno e il consumo è generalmente molto elevato", dice José María Ruiz, fondatore della Plátanos Ruiz, un'azienda di maturazione che da oltre 50 anni è specializzata in banane e che ha anche un proprio stand presso Mercabarna, il mercato all'ingrosso di Barcellona. "Il grande vantaggio delle banane è che il loro prezzo rimane accessibile per tutto l'anno. Al Mercabarna, le banane sono attualmente vendute a quotazioni inferiori rispetto alla frutta estiva".

Sia il consumo che il prezzo sono legati alla stabilità della fornitura sul mercato spagnolo, principale destinazione delle banane delle Canarie, insieme alle banane dei Paesi terzi. "Nei periodi in cui c'è carenza di banane dalle Canarie, come nei mesi di ottobre e novembre, aumenta l'offerta di banane di altre origini, che raggiunge il picco nell'ultimo trimestre dell'anno", afferma José María. "Attualmente, la Catalogna riceve ogni settimana circa 9.000 tonnellate di banane dalle Isole Canarie, che rappresentano il 50% della fornitura totale di frutta in questa regione. Con queste cifre, in altri anni sarebbero state tolte dal mercato circa 1.000 tonnellate mentre ora vengono vendute tutte, e a un prezzo accettabile!".

Guerra dei prezzi tra i supermercati spagnoli
L'aumento delle vendite è strettamente collegato a quello che sta accadendo nella vendita al dettaglio. "Le catene di supermercati sono quelle che hanno beneficiato maggiormente dall'inizio della pandemia, e sono attualmente coinvolte in una guerra dei prezzi per mantenere le loro quote e il livello di crescita in Spagna", afferma José María Ruiz.

"Normalmente, le grandi catene guardano ai risultati dell'anno precedente per valutare la loro crescita e le percentuali di vendita, ma quest'anno non è stato possibile perché il 2020 è stato un anno anomalo. Ad aprile, ad esempio, tutti erano in lockdown e non avevano altro da fare che consumare cibo. Questa situazione ha esercitato una pressione sui responsabili degli acquisti delle catene perché tenessero bassi i prezzi e non rinunciassero alla loro quota di mercato", dice José María.

"Aldi sta avendo una forte espansione in Spagna. Lidl non vuole rimanere indietro e nemmeno Mercadona vuole perdere terreno, quindi è nata una guerra dei prezzi tra queste catene di distribuzione che sta cambiando il quadro generale".

Chiaramente questo si riflette nel prezzo al dettaglio delle banane che, secondo José María, quest'anno è sceso sotto i 2 euro al chilogrammo, mentre lo scorso anno la quotazione ha spesso raggiunto i 3 euro/kg. Questo livello più basso del prezzo ha dato una spinta alle vendite complessive. A gennaio solitamente i prezzi delle banane aumentano, ma quest'anno non è stato così. "Tuttavia, alla fine, sono solo i consumatori a trarre beneficio da questa guerra", continua José María.

Carenza di container
La logistica è un fattore estremamente importante per i prodotti delle Canarie, ma anche il collegamento tra questa regione ultraperiferica e la terraferma spagnola ha subito delle conseguenze dalla pandemia, riferisce il fondatore della Plátanos Ruiz.

"Non sono rimaste banane sulle banchine dei porto, ma ci sono stati comunque dei problemi", dice José María. "Dopotutto, stiamo parlando di isole dove, improvvisamente, non ci sono stati più turisti. Ciò significa che non c’è stata quasi nessuna richiesta di prodotti dalla terraferma. Ma la raccolta delle banane è ovviamente andata avanti, e le compagnie di navigazione hanno dovuto inviare container vuoti alle Isole Canarie per soddisfare la domanda di trasporto di questo frutto. Di conseguenza, il risultato è stato un forte aumento dei costi di trasporto, anche se questo non ha avuto conseguenze del prezzo finale del frutto".

Mercabarna è cambiato molto dall'inizio della pandemia
La Plátanos Ruiz dispone di un magazzino di 800 metri quadrati a Mercabarna, il più importante mercato all'ingrosso di alimenti freschi in Europa, in termini di volume di vendita, dove matura un volume di circa 8.000 tonnellate di banane delle Isole Canarie e di altre origini, comprese quelle biologiche. La Plátanos Ruiz ha anche due stand nel mercato all'ingrosso, che gli consentono di servire direttamente rivenditori al dettaglio e fruttivendoli.

"Il Mercabarna è cambiato molto dall'inizio della pandemia. Le vendite dirette ne hanno fortemente risentito perché ora tutto viene fatto soprattutto per telefono. Inoltre, il 30% delle vendite dirette riguardava clienti del canale Horeca e, nonostante hotel e ristoranti siano stati riaperti, le vendite non sono tornate ancora ai livelli precedenti", dice José María.

Tuttavia, questo ostacolo non ha inciso sulle prospettive dell'azienda specializzata in banane, che negli ultimi anni è riuscita a ottenere risultati positivi. "In quattro anni siamo cresciuti del 25%", afferma il fondatore. "Si tratta di un aumento significativo, che siamo riusciti a ottenere ampliando le nostre attività che includono la maturazione delle banane per conto terzi. Offriamo il nostro servizio di maturazione presso il Mercabarna ai supermercati che acquistano la frutta nelle Isole Canarie e con i quali abbiamo una partnership esclusiva". Questa crescita si riflette anche nei numeri dell'azienda.

"Sulla base delle statistiche di vendita di Mercabarna, la nostra azienda rappresenta circa il 6% di ciò che viene venduto sul mercato all'ingrosso. Per quanto riguarda le banane delle Canarie, rappresentiamo il 10-11% delle vendite totali in Catalogna, e circa l'1% in tutta la Spagna".

Per maggiori informazioni:
José María Ruiz
Plátanos Ruiz
MERCABARNA
Longitudinal. 7, no 122
08040 Barcellona, Spagna
+34 933361411
josemaria@platanosruiz.com
www.platanosruiz.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto