In meleti turchi la ticchiolatura resiste a diversi fungicidi

La ticchiolatura del melo causata da Venturia inaequalis è una delle malattie del melo economicamente più gravi a livello mondiale. La gestione della malattia si basa in gran parte sulle frequenti applicazioni di fungicidi, ma la resistenza ai fungicidi è un problema comune e frequente. Da molti decenni in tutto il mondo per controllare la ticchiolatura del melo vengono usati i fungicidi inibitori della demetilazione (DMI), metil benzimidazolo carbammato (MBC) e inibitori esterni del chinone (QoI).

Ricercatori della Facoltà di Agraria, Dipartimento di Protezione delle piante dell'Università di Ankara hanno monitorato lo sviluppo della resistenza a quattro fungicidi del gruppo MBC, DMI e QoI con diverse modalità di azione in V. inaequalis isolata da meleti commerciali ubicati nelle province di Niğde, Isparta, Karaman, Çanakkale e Bursa, che rappresentano circa il 50.3% della produzione di mele turche.

Per lo studio, è stata valutata la sensibilità di V. inaequalis a tiofanato-metile, miclobutanil, difenoconazolo e kresoxim-metile mediante test di crescita del micelio e strumenti molecolari. La sensibilità iniziale è stata determinata in isolati selvatici di V. inaequalis prelevati da meli che non erano mai stati trattati con alcun fungicida. Il valore EC50 per tiofanato-metile, miclobutanil, difenoconazolo e kresoxim-metile era rispettivamente 0,0992, 0,0315, 0,0048 e 0,0192 μg/ml.

Dei 470 isolati valutati, il 93,4% è risultato molto resistente al tiofanato-metile, mentre il 27,5% e il 50,2% sono risultati rispettivamente da resistenti a moderatamente resistenti al miclobutanil. La resistenza al difenoconazolo e al kresoxim-metile è stata rilevata rispettivamente nel 7,45 e nel 97% degli isolati testati. Gli studi molecolari hanno inoltre rivelato che la resistenza al tiofanato-metile (fungicida MBC) deriva da una mutazione del codone 198 nel gene della β-tubulina, mentre la mutazione G143A del citocromo b induce la resistenza al kresoxim-metile (fungicida QoI).

"In Turchia, il rischio di resistenza a questi fungicidi dovrebbe essere preso in considerazione nella gestione della ticchiolatura del melo. I nostri risultati hanno infatti mostrato che la popolazione di V. inaequalis nelle aree turche di produzione possiede un'elevata resistenza a miclobutanil, tiofanato-metile e kresoxim-metile. Inoltre, le analisi molecolari hanno confermato che un'elevata incidenza di mutazione nei geni bersaglio associata alla resistenza del patogeno ai fungicidi MBC e QoI. Pertanto, i produttori di mele nelle province in cui si è sviluppata una resistenza ai fungicidi dovrebbero abbandonare l'uso di questi fungicidi. Il difenoconazolo è ancora usato per il controllo della ticchiolatura, ma occorre fare attenzione a ritardare la perdità di sensibilità di V. inaequalis - spiegano i ricercatori - E' necessario sviluppare strategie di gestione della ticchiolatura più complesse che includano 1) l'uso di miscele di fungicidi con diverse modalità di azione e fungicidi multisito, 2) la limitazione del numero di applicazioni di fungicidi in una stagione e 3) gestioni di controllo alternative, nonché pratiche colturali. Inoltre, gli studi sulla sensibilità di V. inaequalis dovrebbero essere estesi anche ad altri fungicidi usati per il controllo della ticchiolatura del melo".

Fonte: Zühtü Polat, Harun Bayraktar, 'Resistance of Venturia inaequalis to multiple fungicides in Turkish apple orchards', 2021, Journal of Phytopathology.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto