Combattere l'inverdimento degli agrumi con il finger lime?

Il finger lime potrebbe essere parte della soluzione nella lotta della Florida contro il citrus greening che colpisce i suoi pompelmi? Manjul Dutt, ricercatore in Scienze dell'orticoltura presso l'Università della Florida, pensa di sì. Dutt ha studiato per quasi un decennio la coltivazione del finger lime in Florida e ha fatto una scoperta interessante.

"Sembra che mentre gli alberi di agrumi attorno a quelli di finger lime hanno iniziato a ammalarsi di citrus greening (Huanglongbing, HLB o inverdimento degli agrumi) e a morire, i finger lime continuavano a prosperare", dice Dutt, che ha raccolto campioni di foglie ogni anno per testare l'HLB, una malattia che continua ad avere un impatto significativo sulle colture agrumicole della Florida. Gli alberi di finger lime, invece, si sono dimostrati tolleranti alla malattia, a differenza di altre varietà di agrumi come pompelmi, arance, mandarini e pomeli.

E' stato allora che Dutt ha lanciato un programma pilota per provare a integrare i geni resistenti all'HLB dei finger lime negli agrumi convenzionali. "E da allora, abbiamo prodotto una vasta popolazione di alberi che stiamo testando rispetto alla malattia HLB".

Perché il finger lime?
Che cosa c’è nei finger lime che li protegge? Non ci sono prove evidenti che vadano in una direzione, e Dutt infatti ha diverse teorie. "Pensiamo che qualcosa potrebbe essere diverso nella chimica del floema. Nel lavoro svolto in precedenza in collaborazione con Nabil Killiny, abbiamo esaminato le sostanze fitochimiche presenti nel floema degli alberi di finger lime e abbiamo scoperto che sono abbastanza diverse dalle cultivar sensibili all'HLB", dice Dutt.

Anche il colore delle foglie potrebbe avere un ruolo. "Le foglie giovani nel finger lime sono sempre di colore rosso scuro. La psilla degli agrumi si muove usando segnali visivi e pensiamo che il colore rosso delle foglie del finger lime possa disorientarla e attrarla meno rispetto ad altri agrumi che, ad esempio, hanno foglie verdi giovani", aggiunge Dutt.

In ogni caso, i finger lime sembrano almeno più tolleranti alla malattia, ma non resistenti al 100%. "Se infetti contemporaneamente un albero di finger lime e uno di arancio dolce e li testi uno o due anni dopo, vedrai sempre che il tasso di infezione è molto più basso nei finger lime che negli aranci. C'è qualcosa nel floema che dobbiamo capire".

Attingendo alla loro genetica
Sebbene il finger lime non sia esattamente il raccolto che può sostituire la grande industria di arance e pompelmi della Florida, Dutt ritiene che possa fornire un importante aiuto. "Gli ibridi in corso tra gli alberi di finger lime e di arancia dolce potrebbero avere caratteristiche simili a quelle dell'arancia dolce, e avrebbero l’approvazione di coltivatori e consumatori. Sarebbe un frutto dolce simile all'arancia con la genetica del finger lime, e quindi tollerante alla malattia HLB", dice Dutt. "Molti operatori del settore si rendono conto che si tratta di un processo a lungo termine. Alcuni sono scettici, ma nel complesso, le persone sperano che la genetica del finger lime svolga un ruolo importante nel fornire in futuro alberi tolleranti al citrus greening".

Ad oggi, i finger lime sono una coltura di nicchia in Nord America, con poche coltivazioni in California, Hawaii e Florida.

Nel frattempo, Dutt ha prodotto un ibrido del finger lime che assomiglia a un finger lime più grande. "Lo rilasceremo quest'estate: è simile al finger lime ma ha più polpa e le stesse perle che fanno i finger lime", conclude Dutt, aggiungendo che si tratta di un rilascio commerciale come coltura di nicchia, e spera che i lime saranno disponibili nei negozi nei prossimi tre o quattro anni.

Per maggiori informazioni:
Manjul Dutt
University of Florida
+1 (863) 956 8679
manjul@ufl.edu
crec.ifas.ufl.edu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto