Avvisi



















Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

F.lli Napolitano racconta tradizione e mercati

Il cipollotto di calibro piu' sottile e' molto apprezzato dai mercati europei

"E' entrata nel vivo la campagna del cipollotto dell'agro nocerino-sarnese (areale della Campania) e a fine settembre il prodotto sarà presente in notevoli volumi sui mercati di tutta Europa. Quest'annata, contrariamente alle altre, si caratterizza per l'abbondanza di calibri idonei per i paesi dell'est, ma anche per Germania e Danimarca". Così Gennaro Napolitano, Sales Manager e Amministratore della sede di Poggiomarino (NA) dell'azienda F.lli Napolitano, riferisce a FreshPlaza.

Per l'intera campagna, la F.lli Napolitano conta di lavorare circa 2500 tonnellate, avendo 100 ettari coltivati a cipollotto locale.

Per quanto riguarda le preferenze dei mercati, l'imprenditore commenta: "I paesi dell'est Europa, la Danimarca e la Germania preferiscono i calibri più sottili poiché mangiano la parte verde, mentre Svizzera e Austria preferiscono il cipollotto vero e proprio, allo stesso modo di quanto accade in Italia. In più, nel periodo che va da febbraio a maggio lavoreremo il cipollotto a bulbo per Svezia, Danimarca e Francia. Tutto l'anno questa referenza riscuote quotazioni interessanti, ma solitamente in inverno i prezzi sono davvero brillanti".

"Il cipollotto della tipologia più sottile è più resistente ai patogeni rispetto a quello con bulbo, per cui si effettuano un minor numero di trattamenti. In virtù della percezione del "non trattato", tale referenza è più richiesta per l'export". Spiega Fabio Luongo (in foto qui sotto), uno degli agronomi della F.lli Napolitano.

La produzione del cipollotto è legata a un'antica tradizione colturale locale: ancora oggi si procede con le semine dirette a spaglio, in campo, nel mese di giugno; dopo di che si effettuano i diradamenti per permettere alle piante di crescere e svilupparsi in modo adeguato. Ovviamente, accanto a questa pratica vengono commissionate le semine anche ai vivaisti, in modo da trapiantare da luglio fino a fine inverno, coprendo tutto l'anno. In più, viene utilizzato ancora oggi un seme autoctono locale.

"I punti di forza – prosegue Napolitano – sono la lavorazione fatta esclusivamente a mano da operai specializzati, storici e fidelizzati e il sapore unico del cipollotto, dovuto al suolo di natura vulcanica tipico di questa zona".

Giuseppe Napolitano (in foto), titolare dello stabilimento di Poggiomarino (NA), dice a sua volta: " Produciamo cipollotto da ben cinquanta anni, con immutata passione. Oltre a essere l'oro bianco dell'inverno, possiede e ha posseduto un importante ruolo nello sviluppo socio-economico di tutto l'agro nocerino-sarnese (zona della Campania in provincia di Salerno), tanto che ancora oggi dà da vivere a moltissime famiglie. I mercati sono restati abbastanza stabili nel tempo; ciò che è cambiato sono i consumi, che sono aumentati; infatti grazie alle nuove tecnologie è stato possibile incrementare le superfici coltivate. Per il futuro, contiamo di ampliare ulteriormente superfici e quantità, puntando al residuo zero".

Contatti:   
Fratelli Napolitano
Via XXV Aprile, 105
80040- Poggiomarino (NA) – Italy
Tel. : (+39) 081 5285232
Cell: (+39) 338 9372614 resp. commerciale Gennaro Napolitano

Contrada Cioffi, 114
84025-Eboli (SA) – Italy
Tel.: (+39) 0828 347395
Email: info@fratellinapolitano.it
Web: www.fratellinapolitano.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto