Gary Britz - ELE Trading

Un aspetto positivo nell'ambito di un'impegnativa stagione agrumicola sudafricana

In questa stagione di incertezze e dinamiche di mercato molto alterate, c'è un aspetto positivo per l'industria sudafricana degli agrumi.

"Siamo stati molto fortunati a poter proseguire la nostra attività, perché considerata un servizio essenziale, e non credo che il Covid-19 abbia influenzato il nostro settore più di gli altri". Lo dichiara Gary Britz, della ELE Trading.

"Visto che tutti gli agrumi sono molto salutari, in termini di esportazioni non ce n'è uno che sia stato venduto in quantità minori rispetto alle stagioni precedenti. Anzi, sono previsti volumi record per limoni e agrumi a facile sbucciatura".

Guardando alle singole referenze, è stata una stagione normale per il pompelmo Star Ruby. Gary spiega: "E' stata molto interessante, il clima migliore ha favorito un profilo di calibri più grandi per lo Star Ruby".

E continua: “Penso che sarà lo stesso per le arance, i cui volumi sono molto simili a quelli del 2018. Siamo appena all'inizio della stagione delle arance, ma penso che quest'anno anche questi agrumi saranno più grandi”.

Questo influenzerà la loro commercializzazione. L'Asia e il Sud-est asiatico ritirano le Valencia più piccole - calibri 72, 88, 105 e persino 125 - mentre la Cina importa le pezzature più grandi (48, 56 e 64).

I raccolti delle Midknight e delle Delta sono imminenti. Si spera che il recente clima freddo in gran parte del Sudafrica, abbia stimolato lo sviluppo del colore in queste varietà.

"Midknight e Delta si venderanno bene in tutto il mondo. Alcuni mercati, come il Canada, prenderanno solo le Valencia senza semi, varietà che vanno molto bene anche in Cina e nel Sud-est asiatico”.

Il Sudafrica approccia alla Cina con maggiore cautela
La ELE Trading di solito orienta le sue vendite di agrumi equamente in cinque direzioni: UE, Medio Oriente, Russia, Sud-est asiatico e Canada - ma probabilmente quest'anno saranno più cauti in Estremo Oriente, secobdo un'opinione condivisa dal settore.

I sudafricani hanno preso atto del periodo difficile che l'Egitto ha avuto in Cina con le Valencia.

“Penso che i sudafricani ci andranno decisamente più cauti, in Cina, ma è necessario fare attenzione a qualsiasi mercato in cui si va oggi. E' come giocare a scacchi, e a volte la mossa successiva non è quella migliore".

"E' facile vendere la frutta, ma poi te la pagheranno? Qual è la posizione finanziaria nel post Covid-19 di alcuni degli acquirenti che erano prima finanziariamente solidi?".

Per i piccoli importatori del Sud-est asiatico, la chiusura dei mercatini di quartiere, per periodi anche di due interi mesi, ha determinato notevoli difficoltà.

Il settore della trasformazione torna operativo
"Il Sud-est asiatico non sta praticamente ordinando limoni. Hong Kong ha subito un doppio colpo: le sommosse e la chiusura di ristoranti e hotel. Molti limoni vengono venduti nei ristoranti e nei pub, un mercato pesantemente colpito dalla pandemia, così come le attività di trasformazione e spremitura in Europa, che però adesso stanno tornando operative, sia in Europa che nel Sud-est asiatico".

"A Singapore e in Malesia la domanda è carente per tutti i prodotti. Non è affatto facile vendere, in quei mercati. E' molto difficile per i piccoli commercianti. La Malesia ha aperto, ma non è vivace come una volta".

Le aziende di trasformazione in Europa e in Asia stanno lentamente tornando in attività.

In Medio Oriente torna la preoccupazione, dopo che un'enorme fornitura di limoni ha travolto un mercato che si era aperto bene. Gary ritiene che i limoni continueranno ad arrivare in Medio Oriente ancora per un po' di tempo. Il mercato delle arance in Medio Oriente è ancora abbastanza sano.

"Sono anche molto preoccupati per i quantitativi di limoni che sono andati in Europa: quasi il doppio rispetto al solito, ma sarà interessante vedere cosa succederà sul mercato europeo quest'anno, durante le tradizionali festività natalizie, quando normalmente le persone vanno in vacanza, mentre quest’anno rimarranno a casa. Non sappiamo come ciò potrebbe influenzare le vendite di agrumi, ma prevediamo un impatto positivo".

Il mercato canadese è stato frenato a causa delle misure per il Covid-19, e l’approccio generale a questa destinazione, facilmente eccedentaria, è di notevole cautela.

Per maggiori informazioni:
Gary Britz
ELE Trading
Tel: +27 21 976 0604
Email: gary@eletrading.co.za
www.eletrading.co.za


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto