Citrus greening (HLB) rilevato in Kenya: serve monitorare il vettore della fitopatia

La temibile malattia degli agrumi Huanglongbing (HLB, malattia del drago giallo o citrus greening), di origine asiatica, è stata riscontrata in Kenya quattro anni dopo il primo rilevamento nel Paese del vettore della malattia, la psillide asiatica degli agrumi (ACP).

I tre rilevamenti di HLB nella zona orientale del Kenya distano meno di 100 km: uno in un cortile e gli altri due in frutteti di ricerca, uno in un vivaio di agrumi, secondo l'istituto Citrus Research International (CRI), che sta lavorando in stretta collaborazione con il Centro internazionale di fisiologia ed ecologia degli insetti (ICIPE) in Kenya, e scienziati tanzaniani.

La distribuzione limitata del rilevamento in Kenya fa sperare che l'eradicazione sia ancora possibile, ma dipenderà dal sistema di rintracciabilità del vivaio agrumicolo dove è stata rilevata la malattia, e da un'adeguata indagine di delimitazione, che deve essere effettuata al più presto dall'autorità keniota. Il vettore non è stato rilevato in Uganda. 

Gli studi devono determinare la percentuale della popolazione della psillide degli agrumi asiatici in questa regione effettivamente infettata dal batterio HLB Liberibacter asiaticus (Las), dai funzionari dei Servizi di ispezione fitosanitaria del Kenya (KEPHIS).

"Dopo il potenziale contenimento o eradicazione in Kenya, si dovrebbe continuare a delimitare la gamma di distribuzione meridionale di HLB e ACP [psillide asiatica degli agrumi, come summenzionata]. Ciò include la ricerca di una verifica dei rilevamenti dell'ACP precedentemente segnalati nella Tanzania meridionale, nonché l'estensione delle indagini nel nord del Mozambico. Di conseguenza, il CRI coinvolgerà collaboratori in Tanzania per raccogliere ACP dalla Tanzania meridionale e inviarli alla CRI per l'identificazione preliminare, utilizzando le caratteristiche morfologiche", afferma il CRI nella sua newsletter di maggio.

"La recente scoperta dell'HLB in Kenya, avvicina pericolosamente tale fitopatia alla produzione agrumicola dell'Africa meridionale, dove è stato avviata un sistema di allarme in eSwatini, Zimbabwe, Namibia, Angola, Zambia e Mozambico, senza finora alcuna rilevazione di vettori".

Siti di rilevamento (cerchiati) dell'HLB in Etiopia e Kenya (figura di Ajene et al. 2020)

In Sudafrica, sono state avviate indagini coordinate per l'individuazione precoce di ACP, attraverso l'utilizzo di trappole collose nei frutteti commerciali di Letsitele e delle regioni di Limpopo di Onderberg. L'istituto CRI ha comunicato ai coltivatori che dovrebbero iniziare a fare lo stesso, in particolare i coltivatori vicini ai Paesi confinanti.

Presso il Dipartimento sudafricano dell'Agricoltura, della riforma agraria e dello sviluppo rurale sono stati formati dodici ispettori per la rilevazione della psillide asiatica degli agrumi.

Sono stati sviluppati dal CRI, e adottati ufficialmente dal Dipartimento dell'agricoltura, riforma agraria e sviluppo rurale, un Piano d'azione contro HLB e ACP e un Sistema di vivaio sicuro HLB, al fine di guidare gli sforzi nazionali e proteggere l'industria agrumicola dell'Africa meridionale dall'HLB.

I vivai agrumicoli vengono spinti a spostarsi rapidamente in strutture protette contro gli insetti, se non lo hanno ancora fatto, secondo le disposizioni del Piano d'azione contro HLB e ACP e del Sistema di vivaio sicuro HLB.

Un vivaio agrumicolo con protezioni anti-insetto

Per maggiori informazioni:
Citrus Research International
Tel: +27 13 759 8000
www.citrusres.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto