Valutazione della stagione degli asparagi tedeschi 2019

Asparagi bianchi: i consumatori li preferiscono ricchi di servizi

Poco più di due settimane fa, è terminata ufficialmente la stagione degli asparagi tedeschi. Dopo un anno di tensione nel 2018, con il caldo e gli alti volumi disponibili sul mercato, ci si è chiesti come si sarebbe sviluppata la situazione. Una cosa è certa: gli asparagi verdi continuano a crescere d’importanza e potrebbero forse anche essere la salvezza di un settore in difficoltà.

Andreas List di Bärli-Spargel di Bürstadt ha commentato la stagione all'inizio di giugno: "Abbiamo iniziato la campagna molto presto, quest'anno, e quindi tutto è terminato prima".

"In generale, la stagione è stata soddisfacente, a mio avviso, decisamente migliore di quella del 2018. La frescura che abbiamo avuto a maggio, ci ha salvato", afferma l'esperto. "I volumi non risultavano troppo abbondanti e il mercato ha potuto rilassarsi. Tuttavia, semplicemente si è coltivato troppo, in Germania".

Andreas List presso il suo stand al mercato all'ingrosso Frischezentrum di Francoforte.

L'asparago verde rappresenta un buon 10% della sua attività commerciale, ma mostra una crescita costante. Tuttavia, List attribuisce sempre più importanza al segmento del convenience: "Gli asparagi pelati, gli asparagi surgelati e altri prodotti pronti all'uso sono in aumento, mentre i classici asparagi bianchi - che necessitano di pelatura - semplicemente non vanno d'accordo con lo stile di vita e le famiglie poco numerose di oggi".

Egli non attribuisce alcuna importanza alle importazioni straniere nel mercato tedesco: "I prodotti importati non hanno alcuna possibilità, qui. Attraverso la coltivazione riscaldata, siamo in grado di rifornire il mercato di merci di provenienza locale, in una fase molto precoce. Solo verso la fine della stagione si vedono occasionalmente prodotti polacchi a buon mercato, a seconda della disponibilità locale".

All'inizio della stagione, Günter Hugenberg della Bejo Samen è stato piuttosto critico in un'intervista rilasciata a FreshPlaza. In questo momento, cosa pensa del raccolto del 2019? "All'inizio della stagione, tutto sembrava piuttosto negativo, perché si sentiva la minaccia di un andamento simile a quello dell'anno scorso ma, grazie al meteo, la situazione non si è rivelata troppo estrema". A suo avviso, non è stata una brutta stagione per i produttori.


Günter Hugenberg. Foto: Bejo Samen GmbH

"Tuttavia, rimangono le sfide cardini del settore: è importante che gli asparagi conquistino tutte le esigenze di consumo". Il processo di revisione è iniziato, ma c'è ancora molto da fare, dice l'esperto. "Se tutto andrà bene quest'anno, allora si continuerà così, ma a lungo andare vedo il bisogno di un nuovo orientamento e di un’apertura a nuovi concept".

Secondo Hugenberg, educare le persone non è un compito facile: "Intervenire con campagne di marketing per gli asparagi potrebbe certamente essere utile, ma il tempo necessario per farlo non è da sottovalutare. Vorremmo anche suggerire ai nostri coltivatori di avere loro stessi l'opportunità di guidare il corso di una stagione e non lasciare il loro futuro al caso".

Per maggiori informazioni:
Andreas List
Firma Andreas List
Gärtnersiedlung 14
68642 Bürstadt
Tel.: +49 (0) 6206 / 6068
Mail: mail@baerli-spargel.de 
Web: www.baerli-spargel.de/  

Günter Hugenberg
Bejo Samen GmbH
Danziger Straße 29 
47665 Sonsbeck
Tel.: +49 172 2613001
Mail: guenter.hugenberg@bejosamen.de 
Web: www.bejosamen.de 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto