Difficile la situazione per cipolle e meloni, colpiti dal maltempo

Carote: la maggiore offerta sui mercati causa un calo dei prezzi

Una campagna, quella delle carote pugliesi, che soffre al momento la concorrenza del prodotto di Fiumicino e Chioggia. Un'annata soddisfacente per l'asparago che volge al termine e il maltempo che crea qualche problema per cipolle e meloni. Ne abbiamo parlato con i fratelli Giovanni e Michele Riontino della AgriDaniele di Zapponeta (FG).

"Anche se la pioggia è tanta, fortunatamente non sta procurando gravi danni per le carote. Anzi: essendo una radice, le temperature basse la stanno conservando nel terreno meglio che se si fossero registrate temperature più elevate. Degno di qualche preoccupazione è l'attuale surplus di offerta di prodotto sul mercato, in quanto oltre alla carota siciliana e pugliese, sono disponibili quelle di Fiumicino e Chioggia. Di conseguenza, i prezzi sono in flessione".

"Fino a un mese fa, Sicilia e Puglia erano le uniche regioni presenti sui mercati nazionali e le quotazioni per il nostro prodotto mostravano un livello di 0,70 euro alla rinfusa e di 0,80-0,90 euro in vassoio flowpaccato. Ora, invece, i prezzi sono nell'ordine di 0,60 euro per il vassoio e 0,50 euro per le carote alla rinfusa".

Con la chiusura delle mense scolastiche, inoltre, Giovanni prevede un ulteriore calo delle quotazioni, in quanto "la carota è uno di quei prodotti base che maggiormente viene consumato nelle mense".

Annata favorevole per l'asparago verde
"Per quanto ci riguarda, quella dell'asparago verde è stata un'annata alquanto favorevole, con circa 400 tonnellate lavorate. Ci accingiamo a concluderne la campagna a breve. Dovremmo, infatti, terminare per il 10 giugno – dichiara Michele – Coltiviamo la varietà Vegalim, di media pezzatura (calibro 12-16), e non abbiamo registrato una grande produzione per via del clima freddo. Di conseguenza, con quantità adeguate alla richiesta siamo riusciti a spuntare dei buoni prezzi. Il 90% degli asparagi è stato destinato all'export in Germania, dove i riscontri sono stati ottimi".

"Dieci giorni fa siamo partiti con la campagna del pomodoro verde insalataro: nota dolente a livello commerciale, in quanto si registra troppa merce sui mercati. La Sicilia è in produzione, noi abbiamo iniziato e in vendita ci sono anche i pomodori dell'area di Latina. Producendo in serra, in ogni caso, riusciamo a salvaguardare il nostro prodotto".

Meloni e cipolle colpiti dal maltempo
"Con il melone siamo in ritardo: non riusciremo a raccogliere prodotto prima dell'inizio di luglio. Essendo questa una coltura in campo aperto, le piante stentano a crescere e ne consegue, quindi, un inizio ritardato della campagna. Parliamo di 10-15 giorni in più rispetto alla data solita del 20-25 giugno".

Grossi danni il maltempo l'ha creati alle cipolle. "Le piogge hanno generato muffe e un invecchiamento dei bulbi. L'acqua con la cipolla proprio non lega, mentre la carota ci va a nozze. Nelle nostre zone, inoltre, siamo abituati a raccogliere le cipolle e a lasciarle asciugare nei terreni. Cosa impossibile da fare per via delle continue piogge quotidiane".

"Non riusciamo a offrire un ottimo prodotto, come il periodo dell'anno dovrebbe permetterci. I volumi di cipolle adeguate alla commercializzazione risultano molto inferiori a quelli dello scorso anno. Molte colture sono andate perdute. Sul fronte prezzi, questi sono accettabili, al momento, vista la scarsa offerta: 0,30 euro alla produzione, 0,70 euro alla vendita sui mercati", concludono i fratelli Riontino.

Da diversi anni, la AgriDaniele porta avanti anche la produzione di pomodoro rosso per il mercato del fresco, che sta riscuotendo buoni risultati.

Contatti:
Giovanni Riontino
Cell.: (+39) 349 0692297
Michele Riontino
Cell.: (+39) 380 4665377
AgriDaniele
S.P. 141 Km 20 + 100
Zapponeta (FG)
Tel./Fax: (+39) 0884 090327
Facebook: www.facebook.com/AgriDaniele 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto