Avvisi

La clessidra



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Buona accoglienza per le cipolle neozelandesi su un carente mercato europeo

La società d'esportazione neozelandese Integrow Marketing dichiara di avere registrato un aumento negli ordinativi di cipolle da parte dei mercati europei per questa stagione.

"Gli arrivi sono stati buoni e ben accolti e la campagna neozelandese promette bene - dichiara Philip Bird, amministratore delegato della società. "[La fornitura più alta] non è speculativa, dal momento che si basa sulla volontà dei clienti di assicurarsi la merce, a causa della carenza del loro raccolto domestico. Sono un commerciante, quindi devo acquistare volumi fissi dai produttori e vendere volumi fissi ai clienti in Europa".

Bird aggiunge che l'incremento è generalizzato e che, come paese, la Nuova Zelanda quest'anno registra un aumento nella fornitura in Europa tra il 10 e il 15%.

"Senza dubbio, l'Europa ha ricevuto più del consueto - continua - La cosa positiva è che abbiamo spedito di più, come hanno fatto anche altri. Si dice che l'Europa sia sotto del 40%, quindi il volume inviato non ha colmato tutto il vuoto sul mercato. Il prodotto arriva da ovunque: Australia, Sudafrica e ora anche le cipolle egiziane stanno entrando sul mercato".

Bird dichiara che quest'anno c'è stato un miglioramento notevole nella produzione neozelandese di cipolle, dopo l'annata deludente del 2018.

"E' stato un ottimo anno - dichiara Bird - Per quanto mi riguarda, l'anno scorso abbiamo avuto raccolti scarsi e la qualità era molto nella media, ma quest'anno le rese sono state ottime e la qualità eccellente. I volumi ricevuti in Europa sono stati buoni. Non avremmo potuto chiedere una stagione migliore. Quando si verifica una grande carenza in Europa, si desidera produrre un grande raccolto e noi lo abbiamo fatto".

Con rese maggiori, le cipolle neozelandesi tendono anche a essere di dimensioni più grandi e Bird ammette che potrebbero essere più grandi del prodotto normalmente acquistato dai clienti.

"L'Europa preferisce principalmente i calibri 50-70 e molte di queste cipolle sono state spedite lì, ma abbiamo anche alcune bulbi di calibro 70-80 e 80-90, che solitamente non sono adatti all'Europa - continua Bird - Abbiamo spedito entrambi i calibri nel Regno Unito, che ha ugualmente registrato delle carenze. Il volume spedito nel Regno Unito è passato da 3mila a 13mila ton".

Contatti:
Philip Bird
Integrow Marketing Ltd
+6421611884
Email: phil@integrow.co.nz 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto