Avvisi





La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La Brexit incombe e i supermercati inglesi si preparano

Secondo i funzionari dell'industria alimentare, se il Regno Unito lascerà l'Unione europea il mese prossimo senza concordare condizioni commerciali, i britannici potrebbero dover affrontare scarsità di cibo fresco, un aumento dei prezzi e una minore varietà.

Senza alcun accordo in vista (la data di uscita della Gran Bretagna del 29 marzo si avvicina), i supermercati accumulano, lavorano su forniture alternative e testano nuove rotte per far fronte a una impasse alle frontiere.

Tuttavia, ci sono alcuni enormi problemi. "Non si possono accumulare prodotti freschi, non c’è spazio oltre che non sarebbe sufficientemente freschi", ha detto Tim Steiner, capo del pioniere dei supermercati online Ocado.

Gli avvertimenti, tra cui la discussione sulla necessità di razionamento, fanno parte di un coro di preoccupazioni da parte di aziende che affermano di sentirsi oppresse dall'incertezza nel Paese che un tempo era considerato un baluardo della stabilità economica e politica dell'Occidente.

L'ultima volta che le forniture di cibo della Gran Bretagna sono state seriamente colpite è stato quando le proteste sul combustibile hanno spinto l’accaparramento di quasi due decenni fa, costringendo alcuni supermercati a razionare latte e pane e altri ad avvertire che le scorte si sarebbero esaurite in pochi giorni.

Secondo reuters.com¸ i dirigenti all'interno della catena alimentare hanno affermato che la Gran Bretagna è preparata meglio rispetto al 2000, ma i disagi potrebbero essere più diffusi e durare più a lungo.


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto