Molti peperoni venduti agli Stati Uniti quest'anno

Spagna: impatto delle basse temperature sul commercio degli ortaggi

Il freddo ad Almeria sta avendo un impatto sul segmento delle orticole, sia a livello produttivo che commerciale.

"Nonostante durante il giorno ci sia il sole, le notti sono più lunghe e più fredde. Le temperature più basse hanno rallentato molto la produzione e referenze come i cetrioli stanno registrando un notevole recupero dei prezzi. L’incremento delle quotazioni coincide con il boom della domanda per gli ortaggi, che si verifica di solito dopo le vacanze di Natale". A spiegarlo è José Antonio Baños, presidente di Ejidomar.

"Lo stesso vale per le zucchine e le melanzane, che sono state vendute a prezzi ridicoli durante gran parte della stagione, ma ora hanno raggiunto livelli abbastanza elevati: circa 1,85 euro/kg per le zucchine e oltre 2,20 euro/kg per le melanzane nere. C'è poca disponibilità di zucchine e melanzane in Spagna e anche la ridotta produzione in Italia, dovuta alle avverse condizioni meteorologiche degli ultimi mesi, con abbondanti piogge e gelate, ha contribuito", ha affermato l'esportatore.

L'attività dell'azienda è basata principalmente sulla produzione di peperoni, in cui è specialista. Si coltivano anche angurie nei mesi primaverili ed estivi, così come zucchine, cetrioli e melanzane. In Europa, la Germania è il mercato principale per Ejidomar.

Secondo Baños, i peperoni non sono influenzati dai cambiamenti di temperatura. "La loro produzione e i prezzi rimangono più stabili; infatti sono stati finora più o meno allo stesso livello in tutta la campagna".

La produzione di peperoni di Almeria aumenta di anno in anno. "Molti coltivatori scommettono su questo ortaggio, perché garantisce maggiore stabilità in termini di produzione e prezzi, oltre a una maggiore sicurezza in termini di redditività - ha detto l'esportatore -Anche se i peperoni di Almeria competono principalmente con Israele nei mercati europei, questo Paese è stato fortemente concentrato sul mercato russo da quando è stato introdotto l'embargo, quindi non ci danneggia troppo".


Baños ha sottolineato anche l'aumento delle vendite di peperoni negli Stati Uniti, un mercato verso il quale si esporta da oltre 20 anni. "Attualmente, il mercato statunitense rappresenta circa il 10% delle nostre vendite totali di peperoni. Inoltre, la concorrenza con il Messico non è così forte, anche se la loro qualità non è allo stesso livello di quella di Almeria. Spediamo peperoni di alta qualità a questo mercato, superiori persino a quelli che vendiamo in Europa. I prezzi sono molto interessanti, anche se solo poche aziende ad Almeria effettuano spedizioni verso questo mercato, a causa, in parte, dei rischi elevati che si corrono".

Per maggiori informazioni:
José Antonio Baños
EJIDOMAR
El Ejido, Almería - Spagna
Tel.: +34 950483511
Email: presidente@ejidomar.es
Web: www.ejidomar.es


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto