Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

In Murcia producuzione in calo almeno del 2%

Crisi idrica in Spagna: un produttore passa da 5 milioni a 2 milioni di cespi di lattuga

Santiago Pérez, un produttore agricolo 45enne di Campo de Cartagena, ha impegnato tutta la sua vita nel settore. Insieme ad altri partner, gestisce circa 60 ettari dislocati nei comuni di La Puebla, La Aljorra, Torre Pacheco e Los Alcázares.

In questi giorni è in attesa di ricevere notizie relativo all'utilizzo di acqua dei pozzi, così da poter avviare la produzione delle sue colture. Ma non ci sono buone notizie in arrivo. "A questo punto i terreni dovrebbero già essere completamente piantati di lattuga, ma, a causa della mancanza di risorse idriche, abbiamo poco più della metà di quanto previsto" ha detto.



"Le piantagioni della stagione invernale cominciano normalmente a fine agosto, ma in quel periodo stavamo lavorando a malapena. Abbiamo potuto fare qualcosa di più nel mese di settembre, e ora stiamo aspettando di avere informazioni su quanta acqua avremo a disposizione" ha aggiunto.

Tagli sul personale
Per lui, la situazione a Campo de Cartagena è già critica. Questo lo costringerà, l'anno prossimo, a ridurre anche la superficie delle coltivazioni. "Stiamo modificando lo schema di lavoro, e d'ora in poi avremo meno superficie coltivata - spiega - il che avrà delle ripercussioni sul nostro profitto, oltre che sul numero di posti di lavoro che generiamo, che è già passato da 20 a 7".

Per fare un esempio, lo scorso anno in questo periodo aveva già venduto ai propri clienti circa 5 milioni di cespi di lattuga, ma in questa stagione è riuscito ad offrirne solo 2 milioni. "I miei acquirenti si sono dovuti rivolgere ad altre province per rifornirsi in modo adeguato alla domanda europea".

Spera che il problema dell'acqua sarà risolto a livello politico 'il prima possibile', sebbene sia consapevole di quanto si difficile. Crede, infatti, che ci siano interessi nascosti che vogliono evitare che Cartagena sia produttiva quanto lo è stata finora.

Fonte: laverdad.es

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto