Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Zafferano e origano figurano tra le eccellenze siciliane

"Per coltivare piante aromatiche e officinali tipiche di un territorio come il nostro, bisogna entrare in simbiosi con la natura, comprenderne gli umori e interpretarli per favorire le produzioni che intendiamo portare avanti". A dirlo è Giuseppe Cataldi della Terre d'Aromi, azienda agricola che opera sugli altipiani iblei della Sicilia Sud Orientale.

Terra d'Aromi, fondata nel 2015, è estesa su due ettari di produzione e si pone l'obiettivo di selezionare e produrre piante aromatiche e officinali autoctone, simulandone il ciclo naturale per trasformarle e, successivamente, commercializzarle garantendo un prodotto finale di alta qualità.


Da sx. Giuseppe Cataldi, Damiano e Francesco Ferraro. Soci della Terra d'Aromi Soul of Sicily.

Situata nel territorio di Giarratana (RG), paesino sulle pendici del vulcano ormai spento di Monte Lauro, coltiva su diversi tipi di appezzamenti a diverse altitudini (alcune a 700 m.s.l.). L'obiettivo è "trasmettere ai clienti tradizione, genuinità e unicità dei prodotti che il territorio è riuscito a conservare".

"Il prodotto principale della nostra produzione - continua Cataldi - è senz'altro lo zafferano. Siamo partiti con un impianto di 30.000 bulbi per una superficie di 4000 mq, superando già dal secondo anno di raccolta 1 kg di stimmi puri. Oggi riusciamo a sviluppare una produzione costante di 2 kg, selezionando di anno in anno solo i bulbi migliori e più grandi. L'altro articolo di punta è l'origano (secco) con circa una tonnellata di produzione annua".

La fase della raccolta presso Terra d'Aromi è ritenuta: avviene dopo un attento processo di valutazione della maturazione delle piante. Vengono selezionate solo ed esclusivamente quelle che rispecchiano determinati indici di qualità. Il prodotto raccolto è velocemente dislocato all'interno di locali adibiti alla manipolazione di alimenti per subire le varie lavorazioni e la successiva essiccazione.


Finocchietto selvatico

"Nei nostri campi è presente una certa diversità di colture - spiega Cataldi - che ci tiene occupati per quasi tutto l'anno. I raccolti avvengono per il timo a maggio; la maggiorana a giugno insieme ai semi di coriandolo; l'origano siciliano (O. onites) in luglio, il peperoncino da luglio, i semi di finocchietto in tardo agosto; lo zafferano in ottobre/novembre. Nei periodi più tranquilli ci dedichiamo alla raccolta di rosmarino, salvia e menta".

Terra d'Aromi continua a investire molto tempo nella sperimentazione di tutte quelle pratiche atte a mantenere un alto indice di qualità dei prodotti, garantendo al consumatore finale un caratteristico sapore, colore e aroma per lungo tempo.


Salvia officinalis in fiore

"Siamo in procinto di richiedere la certificazione Bio per fornire un valore aggiunto al consumatore finale - continua Cataldi - e non trascuriamo l'idea di associarci alla FIPPO (Federazione Italiana di Produttori Piante Officinali)".

"Grazie ai successi che i nostri prodotti continuano a riscuotere - conclude l'imprenditore - siamo in fase di espansione della nostra attività. Destiniamo all'export (Nord Europa e Scandinavia) il 30% della nostra produzione, mentre il grosso va esclusivamente al Nord Italia. I nostri canali di vendita sono in prevalenza il settore Horeca, l'e-commerce e le rivendite al dettaglio di delicatessen".

Contatti:
Terra d'Aromi Soul of Sicily

Via Pacini, 1 A
97010 - Giarratana (RG)
Tel.: +39 320 8051917
Email: info@terradaromi.it
Web: www.terradaromi.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto