Cresce la popolarita' degli asparagi anche fuori stagione

L'asparago è un prodotto che viene coltivato e consumato in tutto il mondo. Secondo Limgroup, un centro di sviluppo varietale di asparagi verdi e bianchi attivo in tutte le più importanti zone di coltivazione del mondo, la Cina è di gran lunga il principale produttore dell'ortaggio, con circa 70.000 ettari. Seguono Perù con circa 25.000 ettari, Germania con circa 22.000 ettari e Messico con circa 16.000 ettari.

Il maggiore esportatore di asparagi

Dei quattro Paesi sopra menzionati, il Messico è quello che ha mostrato la crescita più rapida. Gli asparagi messicani sono per lo più inviati negli Stati Uniti. L'aumento della produzione messicana compete con la produzione peruviana, che ugualmente si concentra sull'esportazione verso gli Stati Uniti. Il 15% circa di tutti gli asparagi coltivati nel mondo proviene dal Perù. Il Paese è cresciuto fino a diventare il più grande esportatore globale dell'ortaggio.



L'asparago peruviano ha due stagioni. La prima va da gennaio a maggio-giugno, la seconda stagione dura da settembre a febbraio. Nel corso di questi mesi, in Perù vengono raggiunte le produzioni più elevate. Gli asparagi sono disponibili anche negli altri mesi, ma in volumi più piccoli. Gran parte di questi ortaggi è coltivata sulla costa e nella valle di Ica, a circa 300 chilometri a sud della capitale, Lima, che ha un clima molto soleggiato, con poche precipitazioni. Qui si coltivano anche uve.

La provincia di Granada, nel sud della Spagna è ben nota per la coltivazione di asparagi verdi. La zona di produzione degli asparagi di Espárrago de Granada è in aumento, ogni anno si piantano circa 100 ettari, che equivalgono a circa due milioni di piante. L'organizzazione di vendita prevede di raddoppiare il volume di produzione entro quattro anni. Normalmente a Granada il periodo di produzione degli asparagi dura da metà marzo a metà giugno.

La società produttrice olandese Teboza è attiva nella coltivazione degli asparagi spagnoli da alcuni anni ormai e vuole offrire un'alternativa all'ortaggio sudamericano. Teboza sostiene che l'asparago spagnolo si distingue in sapore, flessibilità e distanza di trasporto. Il prodotto spagnolo è venduto per lo più sul mercato olandese, belga e tedesco. Teboza spera di espandere ulteriormente la vendita nei prossimi anni. La raccolta dovrebbe iniziare a inizio febbraio.

Sempre più popolare

Il Perù esporta molti asparagi negli Stati Uniti e in Asia, ma anche l'Europa è un mercato di vendita importante. La maggior parte degli asparagi importati in tutta Europa, di conseguenza, proviene dal Perù. "L'asparago peruviano è disponibile tutto l'anno - ha affermato Joerie Bol dell'azienda Kraaijenveld - e la sua qualità è buona". La produzione in Perù è ancora in aumento, ma è ancora troppo piccola per soddisfare la domanda globale.

Kraaijenveld importa sia asparagi verdi (in maggioranza) sia bianchi. Secondo Joerie, "l'asparago bianco è più difficile da coltivare. La verdura sta diventando sempre più popolare in Europa. C'è molta richiesta soprattutto nel periodo di Natale e in primavera, ma le vendite a poco a poco stanno aumentando anche al di fuori di tali periodi". I più importanti mercati di sbocco per la società di import-export sono Germania, Regno Unito, Scandinavia e Asia.

Kraaijenveld Groente en Fruit ha una propria linea di importazione di asparagi verdi. Il marchio Good for You è stato recentemente associato a quelli peruviani.

Per maggiori informazioni:
Joerie Bol
Kraaijenveld
Email: joerie.bol@kraaijenveld.com
Web: www.kraaijenveld.com

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto