Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Quantitativi ancora scarsi ma qualita' ottima, confermata dai prezzi elevati

Al via la campagna dell'Asparago bianco di Bassano DOP

E' iniziata la settimana scorsa la commercializzazione dei primi asparagi bianchi di Bassano del Grappa a Denominazione di origine protetta-DOP.


L'asparago di Bassano Dop si riconosce per: colore bianco, lunghezza tra i 18 e i 22 centimetri e diametro centrale minimo di 11 millimetri. I turioni sono ben formati, dritti, interi con apice serrato, teneri e non legnosi.

"La stagione è in ritardo per via del clima ancora freddo. Per il germogliamento, infatti, l'asparago necessita di temperature medie superiori ai 12-15° C - spiega a FreshPlaza Carlo Grandesso, responsabile di Coldiretti Bassano-Marostica, impegnato nella direzione e ispezione qualità del Consorzio per la Tutela dell'Asparago di Bassano Dop - Ma la qualità è ottima: i turioni sono teneri, con un basso grado di fibrosità, bianchi, sani".

La Dop riguarda 35 ettari di superficie nel Vicentino, coltivati da una trentina di aziende che in media producono 100 tonnellate l'anno per venderne a marchio circa 70-80.

"L'80% della produzione è commercializzato da due cooperative - La Tradizione di Rosà e la Coop. Asparagicoltori di San Zeno di Cassola - poi ci sono altre quattro aziende autorizzate al confezionamento. I mazzetti, infatti, sono legati con un succhione di salice (la cosiddetta stroppa, NdA), come richiesto dal Disciplinare, in grammature da 500 grammi fino a 4 chili. Anche se le confezioni più richieste variano da 1 a 1,2 chili".

Il prodotto viene consumato prevalentemente nell'area bassanese, dove ristoratori, commercianti, rivenditori specializzati e qualche supermercato assorbono i quantitativi disponibili.


La lavorazione.

"Quest'anno il fermento è iniziato con il prodotto peruviano - conclude Grandesso - che ha spuntato prezzi molto elevati, vista anche la carenza di offerta locale. La settimana scorsa, l'asparago di Padova spuntava all'ingrosso fino a 9 euro il chilo, contro una media di 2-3 euro! Negli ultimi tre anni, l'asparago di Bassano ha sempre raggiunto quotazioni medie sopra gli 8 euro/kg, quindi confidiamo in una conferma dei prezzi anche per questa campagna".

Per informazioni:
Carlo Grandesso
Consorzio tutela Asparago Bianco di Bassano DOP
Email: carlo.grandesso@coldiretti.it
Web: www.asparagobiancobassano.com

Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018