Cipolle d'importazione di qualita' e a prezzi bassi affossano il mercato nazionale

Il mercato all'ingrosso italiano delle cipolle è ai minimi, a causa dell'arrivo di prodotto estero di qualità superiore a quello nazionale e venduto a prezzi più bassi.

"Da un mese e passa - spiega Stefano Zucchini, uno dei soci titolari della Novafrut srl, azienda all'ingrosso di Bologna - registriamo l'arrivo in Italia di cipolle dorate straniere a prezzi bassissimi, perché lì c'è stata una produzione molto elevata, mentre i consumi si sono abbassati". Si parla soprattutto di cipolle prodotte in Germania, Austria e Francia, che partono dai rispettivi mercati a un prezzo di 11-12 centesimi di euro al chilo, arrivano Bologna a 14-15 centesimi di euro al chilo e vengono vendute all'ingrosso a poco più di 20 centesimi di euro al chilo.



Inoltre, riprende Zucchini, "la loro qualità è superiore a quella delle cipolle nostrane perché qui, causa l'estate piovosa proprio quando si sarebbe dovuto 'scavare' per la raccolta, il prodotto è uscito danneggiato".

Nonostante questo, le cipolle dorate italiane viaggiano sul mercato all'ingrosso di Bologna tra i 28 e i 30 centesimi di euro al chilo. Le differenze di prezzo e di qualità tra il prodotto nostrano e quello d'importazione stanno portando a preferire, all'acquisto, quest'ultimo.

Va leggermente meglio per le altre varietà di cipolle a largo consumo: le rosse e le bianche.



Per le cipolle rosse "la quota di prodotto d'importazione è minore - spiega Zicchini - e il prodotto estero, fuori dall'Italia, parte da un prezzo di 22-25 centesimi di euro al chilo, mentre all'ingrosso, in Italia, viene venduto tra i 40 e i 50 centesimi di euro al chilo, al pari del prodotto italiano"; 40-50 centesimi di euro al chilo sono anche i prezzi di vendita all'ingrosso delle cipolle bianche, per un prodotto esclusivamente italiano.

Alla situazione di flessione sta contribuendo anche il clima, con temperature piuttosto elevate per la stagione. "Aspettiamo il freddo - chiude il titolare della Novafrut - perché con il freddo la situazione dovrebbe migliorare, ma il condizionale è d'obbligo perché comunque, rispetto agli anni passati, registriamo consumi più bassi. E la cosa non vale solo per le cipolle".

Contatti:
Novafrut Srl
Via Paolo Canali, 1 c/o Caab
Bologna - Italy
Tel.: (+39) 051 2861597-2861596
Fax: (+39) 051 2861601
Email: amministrazione@novafrutbologna.it
Web: www.novafrut.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto