Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Con reportage fotografico!

Shanghai: la fiera cinese iFresh pone l'attenzione sull'importanza del branding

La quinta edizione di iFresh Shanghai Fruit & Vegetable Expo ha avuto luogo dal 20 al 22 novembre 2014 presso l'INTEX di Shanghai. Secondo l'organizzatrice dell'evento, Christine Tsai, vi hanno preso parte oltre 200 espositori e circa 1.500 visitatori.

L'evento viene organizzato due volte l'anno, in primavera e in autunno. "Facciamo così per includere le varie stagioni produttive".

La Redazione internazionale di FreshPlaza era presente all'evento e ha realizzato una galleria fotografica per i nostri lettori.

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.


Nel pomeriggio di giovedì 20 novembre si è tenuto l'evento di "reverse purchase", molto popolare tra i visitatori. Nagesh Shetty dell'indiana Deccan Produce reputa sia stata un'ottima idea: "Si possono vedere esattamente chi sono i compratori e a quali prodotti sono interessati". Christine Tsai ha commentato dicendo che si tratta di un modo molto efficiente di fare business e che iFresh è l'unica fiera ad offrire quest'opportunità.

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.


Nella giornata di venerdì 21 novembre si è tenuta una conferenza, cui hanno preso parte diversi relatori. Sempre venerdì la fiera ha aperto le porte al pubblico.

Gli espositori erano perlopiù cinesi, con qualche partecipazione da Regno Unito, India ed Egitto. "Ci piacerebbe diventare più internazionali - ha commentato Tsai - ci stiamo lavorando, ma ci vorrà tempo".

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.


La principale differenza tra iFresh e Asia Fruit Logistica è che la prima si concentra sulla Cina continentale. "Ci sono molti espositori delle varie regioni cinesi e, come sappiamo, la domanda di frutta è in continua crescita. Le persone si possono permettere di più e vogliono una qualità maggiore". L'importazione è fondamentale in Cina e continuerà ad esserlo, in quanto i profitti risultano maggiori rispetto all'esportazione.

Anche gestire e sviluppare una marca ("branding") sta diventando importante. "Le aziende cinesi stanno iniziando a lavorarci. Le persone non riconoscono i brand. Si identificano le mele delle diverse regioni di provenienza, ma non si sa nulla sulle aziende che le commercializzano. Tra 2 o 3 anni, il branding diventerà invece sempre più importante". Il branding permette anche alle aziende di aumentare i prezzi.

La yummy77, grande azienda di e-commerce, aveva infatti uno stand molto grande per promuovere il proprio marchio. L'azienda è inoltre partner Amazon.

Secondo la Tsai, Shanghai è la location perfetta per la fiera in quanto è una città internazionale che ospita il più grande mercato della Cina.

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto