Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La frutta a guscio fa bene anche alla fertilita' maschile?

Una nuova ricerca ipotizza che mangiare anche solo sette noci al giorno potrebbe aumentare il numero di spermatozoi e la loro qualità. Ad avanzare tale ipotesi sarebbero stati i membri dell'Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino, i quali riterrebbero che a giocare un ruolo determinante nel miglioramento della fertilità maschile potrebbero essere i grassi polinsaturi.

Per dimostrarlo, sono stati reclutati 100 volontari, i quali sono stati successivamente suddivisi in due gruppi: il primo gruppo ha aggiunto alla propria alimentazione della frutta a guscio (noci, nocciole, mandorle o arachidi), mentre il secondo gruppo doveva semplicemente ridurre l'assunzione di grassi saturi, diminuendo quindi il consumo di carne e di prodotti lattiero-caseari trasformati, e aumentando invece la quantità di grassi polinsaturi, provenienti da alimenti come il pesce e i semi.

Gli esperti ritengono che entrambe queste strategie potrebbero avere degli effetti positivi, e che potrebbero dunque aumentare la fertilità maschile, grazie all'azione benefica dei grassi polinsaturi, ampiamente contenuti proprio nella frutta secca.

Inoltre, esattamente come le noci, anche le mandorle sono ricche di arginina, un amminoacido che ha dimostrato di aumentare la produzione di sperma, mentre le arachidi contengono anche alti livelli di zinco, associati a un aumento della conta e della motilità degli spermatozoi.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto