Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I risultati di uno studio della United Fresh Produce Association

USA: in recupero le vendite di verdura e frutta

Secondo un report della United Fresh Produce Association di Washington DC, nel terzo trimestre 2010 le vendite di verdura fresca negli USA sono aumentate del 3,1% e i consumatori hanno comprato più lattuga, cipolle e peperoni, mentre le vendite di frutta hanno guadagnato il 2,2%.

Le vendite di cipolla sono cresciute, in dollari, del 26% nel trimestre che si è chiuso il 25 settembre 2010, con una media settimanale di spesa pari a 1.724 $ per punto vendita, soprattutto perché i prezzi sono saliti del 24%, sostiene la United Fresh nel suo rapporto trimestrale FreshFacts, pubblicato il 3 dicembre scorso. Le vendite di lattuga sono aumentate del 6,8%, con una media di 1.393 $ e i peperoni del 5,1%, con 1.158 $ di spesa media per punto vendita.

Nel terzo trimestre, i prezzi al dettaglio per sei delle dieci categorie di ortaggi più vendute sono aumentati rispetto allo stesso periodo del 2009, continua il report che la United Fresh ha realizzato grazie alla collaborazione con Fresh Del Monte Produce Inc. e il gruppo Perishables del West Dundee in Illinois.

"I consumatori non hanno evitato le verdure più costose" e le vendite generali in volume sono salite dell’1,3% durante il trimestre, ha detto la United Fresh. "I guadagni sono stati determinati dagli ortaggi classicamente utilizzati in cucina, come cipolle, ortaggi a foglia, lattuga e peperoni".

Per quanto riguarda la frutta, sette dei dieci articoli più venduti hanno registrato nel trimestre un aumento di vendite in dollari, anche se i prezzi al dettaglio per molti prodotti sono diminuiti. I guadagni sono stati guidati dalla frutta pronta (9,2%), dagli agrumi (8,8%) e dall’avocado (7,5%).

"In diverse categorie, come le banane, i meloni e la frutta pronta, la crescita dei volumi di acquisto è stata innescata dal calo dei prezzi", attesta il rapporto. Gli avocado sono stati un esempio di questa tendenza, in quanto i prezzi sono scesi quasi del 18% e il volume di vendite è salito del 30%.

In generale, l’aumento delle vendite riflette la tendenza del consumatore verso alimenti più sani, così come anche sempre più persone mangiano a casa, a causa dell'alta disoccupazione e di un'economia debole, affermano gli analisti delle vendite.
"Da un punto di vista economico, le famiglie preparano più pasti a casa piuttosto che spendere soldi al ristorante e in altre strutture di fast-food", ha dichiarato Jeremy Diamond, un consulente del gruppo Diamond di Baltimora. "Di conseguenza i supermercati stanno registrando aumenti delle vendite in tutti i reparti".

Le vendite di frutta e verdura sono aumentate durante tutto l’anno. Secondo il gruppo Perishables, per le 52 settimane concluse il 25 settembre 2010, le vendite al dettaglio di frutta negli Stati Uniti hanno totalizzato 19,3 miliardi di dollari, in crescita del 2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le vendite al minuto di ortaggi sono aumentate dell’1,2%, fino a 19,9 miliardi di dollari. I dati di vendita non comprendono Wal-Mart, la catena di piccoli negozi indipendenti e i rivenditori "alternativi" come Whole Foods Market e Trader Joe’s.

Durante il terzo trimestre, secondo FreshFacts, i piccoli frutti sono stati i top seller fra le varie categorie di frutta, con una media settimanale di 3.354 $ venduti per punto vendita, in crescita del 2,6% rispetto all’anno precedente. Il volume settimanale medio dei piccoli frutti è aumentato dell’1,1%.

Tra gli ortaggi, le insalate confezionate sono state le più vendute, anche se le vendite in dollari sono diminuite dell’1,6% con una media settimanale di 2.753 $ per negozio. Il volume è sceso del 2,8%.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto