USA: la carenza globale di patate amplifica le esportazioni

I problemi relativi alle forniture di patate fresche a livello mondiale dovrebbero aiutare l’export statunitense di tuberi a rimanere solido e a creare nuove opportunità per il settore. In particolare, la vera domanda che tutti si fanno nel settore pataticolo è dove la Russia - duramente colpita nella sua resa produttiva - troverà i necessari rifornimenti di patate per compensare il suo disastroso raccolto.

Tra siccità e incendi boschivi, quella della Russia è stata un'estate terribile, ha detto John Toaspern, vice presidente marketing internazionale del Comitato statunitense delle patate, con sede a Denver. Toaspern ha precisato che la maggior parte delle patate del paese è coltivata in piccole aziende familiari senza impianti di irrigazione, così la siccità ha lasciato gli agricoltori con solo una frazione del loro normale raccolto. "Sappiamo che si tratta di frangente di breve durata, ma il fatto è che, almeno per quest'anno, la Russia è in una condizione disperata", ha detto Seth Pemsler, vice presidente delle vendite al dettaglio e internazionali per la Commissione della patata dell'Idaho, sita a Eagle. "Sono il secondo paese produttore al mondo e stanno soffrendo. Hanno bisogno di patate".

In occasione del Summit della PMA-Produce Marketing Association, tenutosi in ottobre, Pemsler ha detto di aver incontrato otto compagnie russe che cercavano di comprare enormi quantitativi di patate negli Stati Uniti. Alcune settimane più tardi, ha aggiunto, era già stato spedito un container di prodotto via mare.

Lee Frankel, presidente e direttore generale dell’Unione americana dei produttori di patate, con sede a Salt Lake City, ha detto che spetterà ai mercati e ai vettori del trasporto determinare che cosa accadrà dopo. "Dipenderà anche da chi è disposto a prendersi i rischi in termini di estensione del credito e dall'individuazione di compratori che paghino in contanti in base all'accettazione del prezzo franco a bordo (FOB) in un porto canadese o statunitense", ha sottolineato Frankel, "A questo punto, non penso che ci siano molti affari da concludere su basi solide".

Con la Russia che, secondo le previsioni, assorbirà molte più patate dall’Unione europea, Toaspern sostiene che ci saranno meno patate europee in concorrenza sui mercati di destinazione del prodotto statunitense in Asia. Egli prevede che la Russia acquisti patate anche dalla Cina, un antagonista di primo piano degli Stati Uniti.

La situazione difficile della Russia e i minori volumi in Europa, specialmente in Olanda, hanno già dato impulso alle esportazioni di patate da parte della canadese Isola del Principe Edoardo-PEI (vedi precedente articolo). "Quest'anno abbiamo visto aumentare l'esportazione verso i Caraibi” ha detto Greg Donald, direttore generale del Comitato PEI della patata a Charlottetown. "Il nostro volume è cresciuto significativamente rispetto all'anno scorso".

Anche il comitato amministrativo della patata del Colorado, con sede a Monte Vista, ha registrato un aumento delle esportazioni verso il Messico. "Anche se la fascia nella quale possiamo esportare è limitata a sole 16 miglia, le nostre spedizioni verso la zona di frontiera con il Messico si sono intensificate significativamente", ha detto il direttore esecutivo Jim Ehrlich. "Direi che abbiamo registrato un aumento del 60% rispetto al 2008/09, quando i prezzi erano più alti negli Stati Uniti", ha detto Ehrlich.

La Commissione della patata dell'Idaho, situata a Eagle, nel frattempo, sta ampliando le vendite di patate nel mondo. "Stiamo vendendo ad almeno 15 paesi", ha detto Seth Pemsler, vice presidente delle vendite al dettaglio e internazionali. "Abbiamo una quota di un terzo del mercato messicano e stiamo vendendo in tutta l'America Centrale; inoltre stiamo spedendo patate fresche a Hong Kong, Singapore e in Malesia, dove abbiamo un distributore con due camion personalizzati con il nostro marchio".

I casinò di Macao sono un altro mercato caldo per le patate dell'Idaho, ha dichiarato Pemsler. "Macao ora è più grande di Las Vegas", ha detto, "Tutti i grandi alberghi hanno ristoranti di stile occidentale aperti dagli chef provenienti da Las Vegas e stanno tutti chiedendo le patate dell'Idaho in ristoranti quali il Morton e la steakhouse Ruth’s Chris".

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto