Europa: conclusioni del Consiglio ambiente in materia di OGM

Il Consiglio Ambiente europeo dello scorso 4 dicembre ha approvato un documento di conclusioni che risponde alla necessità manifestata negli ultimi anni di migliorare legislazione e procedure di autorizzazione per l’utilizzo di prodotti geneticamente modificati (OGM).

In particolare vengono individuati alcuni campi d’azione prioritari. Innanzitutto il documento chiede un rafforzamento della valutazione degli aspetti ambientali e dei dispositivi di controllo, attraverso un’armonizzazione delle norme e procedure esistenti. Si sottolinea inoltre l’importanza di una valutazione dei vantaggi e dei rischi socio-economici dell’utilizzo degli OGM, auspicando un ricorso sempre maggiore alla sperimentazione.

Una parte importante delle conclusioni del Consiglio riguarda il limite europeo di etichettatura per le sementi: è necessario, si legge nel documento, "definire un livello europeo o più soglie di etichettatura della presenza fortuita di OGM autorizzati nelle sementi convenzionali". Infine, per quanto riguarda la definizione delle zone sensibili, il Consiglio riconosce la libertà di scelta, richiamando la legislazione attuale per tener conto di specificità locali e regionali nei singoli Stati membri.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto