Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dieta vegetariana e bici contro il tumore della prostata

Secondo Donato Randone, primario di urologia dell’ospedale Gradenigo di Torino - dove viene praticata la diagnostica precoce del cancro della prostata - cinesi e giapponesi risultano affetti più raramente da questo tipo di tumore rispetto alle popolazioni occidentali. Ciò si deve alla prevalenza nella loro dieta di vegetali e pesce.

"Quando un orientale emigra negli Stati Uniti - osserva il primario - l'incidenza della malattia tende invece a raggiungere rapidamente la stessa percentuale degli americani nel giro di una o due generazioni. Ai fini della prevenzione è utile introdurre nella dieta pomodori e peperoni, per esempio, due ortaggi ad alto contenuto di licopene. Consigliamo inoltre un uso non eccessivo nell’alimentazione del peperoncino e delle altre spezie, perché potrebbero essere causa, alla lunga, di congestione prostatica e infiammazioni".

"Devo spezzare anche una lancia - continua il primario - in favore di una regolare attività sportiva, in particolare della bicicletta, che viene spesso e a torto incriminata perché alcuni corridori professionisti soffrono di prostatite. La cosa importante, più che il sellino o altri accorgimenti, è l’andare in bicicletta con la vescica vuota. Il motocross, invece, è una attività sportiva che non mi sento di consigliare". 

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto