Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il commento di Ralph Fischer (Inter Weichert)

Troppe banane sul mercato e i prezzi ne risentono

L'aumento dei frutti ready-to-eat (pronti da mangiare) è lo sviluppo più importante sul mercato degli esotici. In passato sono stati offerti a volte frutti non maturi e questo ha generato delusione tra i consumatori. A riferirlo Ralph Fischer dell'azienda tedesca Inter Weichert.

Il principale prodotto nell'assortimento dell'importatore tedesco è la banana. Secondo Ralph, i prezzi bassi presenti sul mercato delle banane derivano principalmente da un problema di offerta eccessiva.

L'Europa ha gradualmente abbassato le tariffe per le banane ecuadoriane fino a che non hanno raggiunto lo stesso livello di quelle di altri Paesi latino-americani. "Questo è risaputo, e alcuni operatori ritengono che dovrebbe essere considerato nel fissare i prezzi; non penso però che avrà molto effetto". L'Ecuador ha un potere dominante sul mercato delle banane, nonostante le più alte tariffe di importazione e, secondo l'importatore tedesco, questo non cambierà nel futuro prossimo.

Come anche in altri molti Paesi, i prezzi delle banane nel settore di vendita al dettaglio tedesco sono bassi, ma secondo Ralph il motivo non sono i supermercati. In molte discussioni si colpevolizzano i supermercati, ai quali si rimprovera di mettere pressione sulla catena di fornitura. Ralph ha osservato che il problema è la sovrapproduzione: "Negli ultimi 30 anni circa non è cambiato molto in termini di prezzi, ma il volume è aumentato notevolmente. Molti produttori e commercianti si trovano a dovere vendere i loro prodotti e quando l'offerta è superiore alla domanda, non c'è equilibrio".

Nessuna alternativa
Il problema esiste da anni e non sembra che ci sia una soluzione. "Non ci sono molti altri prodotti che possono essere coltivati al posto delle banane". Alcune regioni hanno una connessione storica con questo frutto".

Le opzioni sono rappresentate dalla coltivazione biologica e Fairtrade, ma anche queste hanno limiti. "I volumi sono cresciuti notevolmente negli ultimi anni. Se si vuole passare alla coltivazione biologica ci vogliono tre anni prima di poter commercializzare il prodotto come Bbio". Inoltre, secondo Ralph il mercato dei prodotti biologici non mostra più le stesse cifre di crescita di dieci anni fa. "Naturalmente i consumatori vogliono mangiare sano e biologico, ma cambiare dieta ha un costo elevato". Ralph ha aggiunto anche che le dimensioni dei redditi possono essere un fattore limitante nella crescita del biologico.



Ready-to-eat
Negli ultimi anni il mercato di frutti come avocado e mango è cresciuto notevolmente grazie al ready-to-eat. "Prima si offrivano frutti non ancora maturi e questo deludeva i consumatori - ha affermato Ralph - Le cose stanno cambiando e vediamo andare sotto pressione anche i prezzi di questi prodotti".

Due o tre anni fa anche i discount come Aldi e Lidl sono arrivati sul mercato degli avocado e mango maturi. Di conseguenza i prezzi sono diminuiti. "Anche se i frutti offerti non sono sempre perfettamente maturi, contribuiscono comunque ad aumentare il consumo di avocado, mango e papaya".

L'importatore tedesco è specializzato in banane, ananas ed esotici. All'interno di quest'ultima categoria, i prodotti principali sono meloni, mango e avocado. La società non commercializza prodotto europeo.

Ralph prevede che il mercato degli avocado si stabilizzerà nei prossimi anni. "Dipende anche dalla varietà, tutti vogliono l'Hass perché è la più semplice da far maturare. La produzione è ancora carente, ma ritengo che tra due o tre anni la situazione sarà diversa e che ci sarà un'offerta abbondante sul mercato". L'importatore ha osservato che le carenze sul mercato sono spesso temporanee, per esempio, quando i volumi messicani sono più bassi e, di conseguenza, gli importatori americani sono in cerca di avocado. Ralph paragona la situazione a quella di qualche anno fa con la varietà di ananas MD2 o la extra dolce. "Il mercato è raddoppiato grazie alla MD2".



Grazie alla varietà Formosa, anche il mercato della papaya è cresciuto. Inoltre, vanno bene alcune cultivar più piccole che si adattano meglio alle dimensioni dei nuclei familiari. "La varietà Formosa è troppo grande per molti consumatori. La papaya viene offerta anche a fette o tagliata a metà".

Correre dei rischi può costare denaro

"E' ormai un dato di fatto che molti rivenditori stiano cercando di importare direttamente; perciò i marchi affermati perdono quota di mercato, ma credo che la tendenza sia stagnante - ha continuato Ralph - Non tutti i rivenditori hanno una buona esperienza quando si tratta di importazioni dirette. Correre il rischio può comportare costi elevati".



Per maggiori informazioni:
Ralph Fischer
Inter Weichert
Tel.: +49 40 32900 0
Fax: +49 40 32900 199
Email: r.fischer@interweichert.de
Web: www.interweichert.de

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto