Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

VI.P ha lanciato il suo nuovo marchio in Spagna

Mela Val Venosta, buona e sincera: premiate le migliori fruterie spagnole

Alla terza edizione dei Golden Gold Awards, per VI.P, l'Associazione delle Cooperative Ortofrutticole della Val Venosta Fruit Attraction rappresenta anche l'appuntamento ideale per valorizzare il lavoro dei rivenditori spagnoli per Mela Val Venosta, conferendo un riconoscimento alle "fruterie" più meritevoli.



Più di 5.000 i fruttivendoli iscritti che hanno partecipato inviando le fotografie del loro punto vendita e che hanno prestato attenzione a esporre e proporre in maniera strategica le mele venostane ai consumatori. Nella prima edizione del Premio parteciparono 550 fruterie, alla seconda 1.400.

"Grande distribuzione organizzata, grossisti e fruttivendoli sono i rappresentanti della qualità dei nostri prodotti - ha dichiarato il direttore di VI.P, Josef Wielander - La Golden rimane sempre la varietà più apprezzata dal mercato spagnolo ma si stanno facendo largo anche alcune mele club, quali Kanzi e Ambrosia".



Si è aggiudicato il titolo di miglior punto vendita di quartiere la Frutería madrilena Gold Gourmet (sopra il titolare ritira il premio) per la sua eccellente selezione e presentazione del prodotto, così come per il suo innovativo concetto di business.


Il direttore della fiera Fruit Attraction, Raúl Calleja, insieme a Josef Wielander e a uno dei premiati .

Per la categoria miglior punto vendita di mercato, invece, è stato premiato il punto vendita Morilla Fruites, situato nel Mercat de la Boquería (cfr. FreshPlaza del 14/07/2016): una realtà che presta particolare attenzione alla varietà della sua offerta e al servizio clienti di essere situata in uno dei mercati in materia punto nazionale e strategico del turismo a Barcellona. Nella foto sopra la premiazione.



Infine, per la categoria Grande distribuzione organizzata (GDO) il premio è andato alla catena Mas y Mas, situato a Río Dobra de Oviedo per la qualità e la presentazione, nonché per le informazioni complete offerte ai clienti circa l'origine e la varietà dei suoi prodotti. Nella foto sopra la premiazione.



Menzione speciale per COEMFE (Confederación Nacional de Empresarios Mayoristas de Frutas y Verduras). A riceverla il presidente della confederazione, Andrés Suárez (a destra nella foto sopra). Si riconosce il suo ruolo nella distribuzione, facilitando l'arrivo di prodotti freschi nei punti vendita al dettaglio e alimentando il Paese grazie a una rete ben organizzata.

L'occasione madrilena ha decretato il lancio sul mercato spagnolo del marchio introdotto in Italia sei mesi fa (cfr. FreshPlaza del 26/02/2016) e successivamente in tutti gli altri mercati: protagoniste due coccinelle simbolo di naturalità e qualità.


Un cambiamento nell'intera strategia di comunicazione che ha coinvolto il brand in toto: dal packaging all'immagine coordinata, dal logo alle scelte comunicative veicolate al consumatore finale.

Come dichiarato da Michael Grasser, direttore marketing VI.P: "Siamo sempre attenti a comunicare in maniera trasparente; il marketing infatti non è solo comunicazione ma anche qualità del prodotto. Lo storytelling è fondamentale. E il lancio del marchio è solo l'inizio e non la fine di un processo".


Michael Grasser e Fabio Zanesco.

Vendite
Con 5.000 ettari coltivati e 1.800 produttori di aziende a conduzione familiare, che salutano ogni giorno le loro mele, per quanto riguarda la strategia di vendita, VI.P punta molto sul suo rinnovamento varietale e sulle sue varietà club: la Kanzi® e la EnvyTM, prodotte in collaborazione con VOG e la AmbrosiaTM, con il Gruppo Rivoira, arricchiscono il ventaglio di offerta andandosi ad affiancare alle varietà tradizionali e ben note come Golden Delicious, Gala, Red Delicious e Pinova.

"Persiste – come ha sostenuto Fabio Zanesco, responsabile commerciale VI.P. – il buon equilibrio instaurato negli anni tra mercato interno ed esterno: il 50% del raccolto viene destinato all'Italia, l'altra metà, invece, è suddivisa tra Paesi Scandinavi (8%), Germania (8%), Penisola Iberica (10%), Nord Africa, Medio Oriente e resto del mondo".

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto