Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Circa 500 mila cartoni per Altromercato nel 2012 e altrettanti quest'anno

Italia: le banane del commercio equo e solidale non conoscono crisi

Le banane del commercio equo e solidale tengono le posizioni: a differenza del prodotto "tradizionale", infatti, non si registrano sostanziali flessioni nelle importazioni e nei consumi sul mercato nazionale italiano.

Ctm Agrofair Italia
, società specializzata nella distribuzione di frutta fresca del Commercio Equo e Solidale, costituita nel 2004 come joint-venture tra il consorzio Ctm Altromercato e Agrofair Europe bv (Paesi Bassi), evidenzia che i volumi trattati sono rimasti sostanzialmente stabili, negli ultimi due anni.



"Nel 2012, il gruppo Altromercato – spiega Francesca Taviani, responsabile acquisti e qualità di Ctm Agrofair - ha distribuito banane coltivate sia con metodo biologico che a lotta integrata da piccoli produttori certificati FLO Fair Trade per un totale di 500.000 cartoni circa, di cui 70% a marchio Altromercato, il brand leader nel commercio equo e solidale in Italia." Il 2013 dovrebbe chiudersi con dati analoghi. "I frutti arrivano da Ecuador, Perù e dalla prossima settimana avremo forniture continuative e in pianta stabile anche dalla Repubblica Dominicana", prosegue Taviani.

"Il nostro magazzino di Albenga (SV), per fortuna, continua a lavorare sodo nonostante la difficile congiuntura economica. La situazione del mercato alimentare in Italia del 2012 rispetto al 2011 ha evidenziato un calo della fiducia da parte dei consumatori e del loro potere d'acquisto; a causa dell'inflazione, i prezzi sono cresciuti notevolmente e i primi cinque mesi del 2013 hanno messo in luce un'ulteriore flessione, dell'1,5% circa, nel volume dei generi alimentari commercializzati."

"Una buona notizia arriva invece dal report Nielsen 2012 – commenta ancora Taviani - che segnala l'attenzione sempre maggiore dei consumatori rispetto alla qualità dei prodotti acquistati, come dimostra la crescita del 6% rispetto al 2011 dei prodotti alimentari a Private Label che garantiscono standard qualitativi e sociali più alti. In questo contesto si inseriscono le banane a Private Label fornite dal gruppo Altromercato alle principali catene della grande distribuzione (Gd): qualità, trasparenza, filiere controllate e certificate e garanzie dal punto di vista sociale nel rispetto dell'ambiente sono i plus riconosciuti e apprezzati."

Proprio la Gd rappresenta il principale canale di riferimento: da sola assorbe circa il 65% delle banane, quota destinata a incrementare il prossimo anno. Seguono le Botteghe del Mondo, con un 15%, i grossisti e l'Horeca con un 10% circa ciascuno.

Difficile, conclude Taviani, rappresentare il trend dei prezzi, che variano molto a seconda se il prodotto è proposto sfuso o confezionato, mentre le regioni chiave per le vendite si confermano quelle dell'Italia centro-settentrionale.

Per ulteriori informazioni:
Francesca Taviani
Resp. assistenza clienti - Customer care
CTM Agrofair Italia Srl
Via Crispi 9
39100 Bolzano
Tel.: (+39) 0471 941190
Email: francesca.taviani@altromercato.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto