Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Ecuador: nel 2013 saranno eliminati circa 20.000 ettari di banane

Il ministero dell'agricoltura, allevamento, acquacoltura e pesca (Magap) dell'Ecuador ha annunciato la decisione di voler eliminare quasi 20.000 ettari di banane, a partire da fine gennaio 2013, una volta ottenuti i risultati del censimento degli impianti di banane, in modo da procedere con la riconversione colturale e sanzionare coloro che hanno piantato senza permessi.



Il coordinatore della zona 5 del Magap, Carlos Velez, ha precisato che le azioni per i produttori che hanno superato i limiti sono quelle stabilite dalla legge. "Il settore delle banane non ammette ulteriori ettari coltivati, per cui dobbiamo controllare le piantagioni illegali o l'aumento degli ettari coltivati".

Secondo i dati di gennaio 2011, l'Ecuador ha 230.000 ettari coltivati a banane, di cui 170.000 regolarmente registrati solo, ossia il 75% del totale; il restante 25% non dispone di autorizzazione.

Il presidente della Repubblica, Rafael Correa, ha segnalato la necessità di ridurre il numero di bananicoltori e di ettari coltivati​​, per scongiurare eccessi di produzione e perdita di qualità dei frutti. "Uno dei problemi del mercato delle banane è che abbiamo circa 12.000 produttori - nessun paese dell'America latina ne ha tanti - ma pochi esportatori" ha detto il presidente.

Leonardo Justo, dell'Associazione dei produttori di Ventanas, Los Rios, ha riferito che nella zona della costa ci sono, secondo lui, nuove piantagioni di banane illegali. "Il paese soffre di una sovrapproduzione che influenza i prezzi ma, sorprendentemente, nella nuova provincia costiera, Santa Elena, sorgono nuove piantagioni di banane da esportazione" ha detto.

Fonte: Telegrafo

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto