Secondo il ministro dell'agricoltura dell'Ecuador, Ramón Espinel, il futuro dell'industria bananiera del paese sta nella capacità di diversificare i mercati di vendita del prodotto, pur senza perdere di vista la piazza europea, sulla quale l'Ecuador rappresenta un terzo di tutte le esportazioni di banane.

Tutta da esplorare per il prodotto ecuadoriano è la rotta del Pacifico e ulteriori sviluppi si potrebbero ottenere sul mercato russo. Il ministro però sottolinea che una maggiore internazionalizzazione non comporta la rinuncia alla richiesta di revisione dei dazi doganali oggi applicati dall'UE sulle banane dell'Ecuador.

"Bisogna lavorare all'aumento della produttività - ha dichiarato Espinel - per rispondere alla crisi alimentare che si profila, a livello mondiale, per il futuro. Perciò sto per varare un piano di incremento produttivo che interesserà diversi prodotti ecuadoriani, specialmente a livello dei piccoli agricoltori".